Pitti Bimbo 86: la parola agli espositori

Mogens Jepsen, CEO di Molo (Copenhagen):
Noi di Molo amiamo Pitti Bimbo! Ci piace molto essere qui, è uno dei top show al quale dobbiamo partecipare. Abbiamo registrato un grande riscontro da parte di compratori da ogni parte del mondo: Pitti Bimbo è una fiera internazionale e per noi che lavoriamo con quaranta paesi diversi è un appuntamento immancabile. Organizzazione splendida!
 
Serena Di Scalzo, Creative Director di Loud Apparel (Londra):
E’ la nostra seconda volta a Pitti Bimbo, la prima nella nuova sezione #ActiveLab. Abbiamo registrato una buona affluenza di compratori in questi giorni, provenienti soprattutto da Italia e da paesi dell’area del Golfo. Molto interessante la sezione Nice Licensing, che considero una buona opportunità per le aziende. Pitti Bimbo è una delle fiere più forti per il settore kidswear e l’organizzazione è notevole. Ci vediamo alla prossima edizione!
 
Hélène Olivier Schmite, Childrenswear Manager di Yves Salomon (Parigi):
Pitti Bimbo è la fiera più importante nel mondo del childrenswear per i luxury brands e ospita buyer provenienti da tutto il mondo e appropriati al nostro target, qui ci sono i compratori con cui vogliamo parlare. La fiera inoltre si muove su un giusto mix tra aziende storiche e nomi emergenti, testimoniando sempre un grande interesse per la ricerca. Un salone dinamico e ben organizzato.

Michele Zagaria, Responsabile Customer Care di Woolrich (Bologna):
Pitti Bimbo è una fiera fondamentale per noi, sia per incontrare i nostri clienti che per stringere nuovi contatti. Questa edizione è stata molto positiva, abbiamo registrato un bel movimento allo stand e incontrato molti buyer sia italiani che stranieri. Organizzazione perfetta come sempre.
 
Viivi Valkeeniemi, Head of Sales di Minna Parikka (Helsinki):
Un’edizione molto positiva! Pitti Bimbo è un appuntamento importante, tutti i principali brand partecipano e siamo felici di essere qui anche noi. Abbiamo incontrato molti buyer sia italiani che internazionali oltre ad un gran numero di stampa specializzata. Organizzazione curatissima.

Barbara McCamish, director di Carbon Soldier (New Zealand):
Siamo un brand di childrenswear della Nuova Zelanda e per noi Pitti Bimbo è un appuntamento importantissimo! Abbiamo registrato un bel mix di compratori provenienti da tutto il mondo, la fiera è facile da visitare e la sua atmosfera è molto piacevole. Sembra che in ogni edizione il business cresca … Che dire? Torneremo sicuramente!
 
Giulia Garolla di Bard, fondatrice di ZAC 4 Kids (Italia)
Il nostro debutto a Pitti Bimbo è stato molto positivo! Pe il nostro brand, che è un progetto appena nato, la partecipazione è andata anche oltre le aspettative: abbiamo incontrato diversi buyer esteri e tanta stampa e blogger, interessati ad approfondire l’identità del progetto e gli aspetti etici della produzione. E la possibilità di esporre all’interno della sezione The Nest è stata fantastica, assieme a tanti brand ad alto contenuto creativo, giovani e frizzanti.

 

Feedback da parte di BM SRL, organizzatori di NICE LICENSING:
Molta soddisfazione per questa prima edizione del progetto Nice Licensing, con feedback positivi da parte di tutte le aziende che vi hanno preso parte, che hanno avuto la possibilità di stringere contatti interessanti per future possibili collaborazioni; una prima tappa molto costruttiva di una collaborazione tra mondo della moda bimbo e quello del licensing.

 

Christian Simoni, Amministratore Delegato di Monnalisa:
Questa edizione di Pitti Bimbo è stata particolarmente importante per noi perché ci ha visto festeggiare il nostro cinquantesimo anniversario: un fashion show seguito da una grande festa a tema - The Golden Age - nel piano attico della Fortezza Da Basso, concesso per la prima volta in notturna. La coincidenza con il nostro ‘mezzo secolo‘ ha ulteriormente incrementato le presenze dei nostri retailer, provenienti soprattutto da Italia, Russia e Medio Oriente. La fiera rappresenta un’ottima occasione per incontrare i clienti in un momento di relazione diverso dalla mera raccolta di ordini, per noi è anche l’opportunità di esprimere il meglio di quello che facciamo attraverso il nostro evento.

Victoria Golodaeva, wholesale manager di LittlePushkin (Mosca):
E’ stata la nostra prima volta a Pitti Bimbo e penso che sia stata un’edizione riuscita! L'atmosfera era davvero dinamica, il layout ben strutturato, le persone molto busy. Il salone rappresenta una grande opportunità per incontrare i buyer dei più importanti negozi del mondo. E’ stata un’esperienza molto importante per noi e continueremo sicuramente a partecipare. L’organizzazione è stata al top. 

 

Cati Ferragut, fondatrice e designer di Novel Walk (Barcellona):
Abbiamo trovato un’atmosfera davvero positiva, con una bella affluenza e buoni contatti. La disposizione di The Nest è stata perfetta, gli stand erano belli e con molta visibilità. Siamo molto contenti della partecipazione, la fiera ha soddisfatto le aspettative, ci ha aiutato a incontrare nuovi clienti e a rendere il marchio più conosciuto. È fondamentale venire a Pitti Bimbo perché è il salone più importante per il childrenswear, utile per far conoscere il brand, stringere nuovi contatti con potenziali clienti e creare relazioni. Molto soddisfatti anche dell'organizzazione, ci ha aiutato in tutti i modi con grande professionalità e gentilezza.