COMMENTI ESPOSITORI PITTI BIMBO 89

Mae Walker, Account Manager Meri Meri:
È la mia prima volta a Pitti Bimbo e sono entusiasta. La location è davvero unica e sono rimasta piacevolmente impressionata dalla grande affluenza di buyer internazionali presente, oltre ai compratori italiani. La manifestazione è molto ben organizzata, ho visitato tutto il Padiglione Centrale e apprezzo il fatto che gli stand siano di dimensioni diverse e personalizzabili secondo il proprio stile. Tornerò sicuramente!

Mario Maran, Commercial and Marketing Manager Jacob Cohën:
Pitti Bimbo è la prima fiera di childrenswear a cui partecipiamo con la linea Jacob Cohën kids, gestita direttamente dal brand. Pitti Immagine è un punto di riferimento per la moda uomo così come lo è per quella del bambino. Abbiamo registrato un riscontro davvero positivo, una buona affluenza e tutte le visite sono state di livello altissimo e con un interesse concreto: abbiamo già fatto diversi ordini e preso appuntamenti nel nostro showroom di Milano! Una grande presenza internazionale, in primis del mercato europeo.

Francesca Mandelli, responsabile comunicazione Caffè d’Orzo:
Sono davvero molto contenta! Questa nuova area, The Kid’s Lab, è molto bella e sicuramente più adatta per i buyer che possono scoprire tutte le proposte creative in un’unica location. Abbiamo lavorato bene, ricevuto un buon riscontro in merito alla collezione soprattutto da parte di compratori italiani ed europei. Pitti Bimbo è il nostro modo di sentirci vicini ai clienti, un’occasione di contatto fondamentale.

André Moreira, Creative Director Maison Mangostan:
E’ la prima volta che partecipo a Pitti Bimbo. Credo che la fiera sia un’ottima vetrina e il suo pubblico è di alto livello. Sono qui per cercare nuovi contatti e sono soddisfatto di questa prima edizione: continuerò sicuramente il mio percorso all’interno del mondo di Pitti Immagine!

Sandra Ojamäe, Fondatrice e Direttore Creativo Apocalypto Kids:
Per il nostro prodotto esclusivo Pitti Bimbo è la fiera ideale, come qualità di aziende e target di visitatori. Mi piace moltissimo la nuova area The Kid’s Lab: è più spaziosa, il design è davvero curato e funny. Abbiamo incontrato molti compratori, soprattutto italiani e cinesi. Ci vediamo all’edizione di gennaio!

Maria Varona, proprietaria Yellowpelota:
È la prima volta a Pitti Bimbo e il salone mi è piaciuto moltissimo per la ricchezza dell’offerta e l’organizzazione perfetta, ma anche per la location incredibile. Abbiamo deciso di partecipare perché è un appuntamento irrinunciabile, punto di riferimento per i buyer italiani e non solo. Sono molto soddisfatta del riscontro ottenuto, da parte del pubblico italiano e internazionale. Il nostro brand ha vinto il premio One to Watch Awards di Pirouette, è stata una soddisfazione!

Lea Toft Holm, Head of Sales Wauw Capow:
L’idea di raccogliere tutti i brand di ricerca in un’unica location è ottima! The Kid’s Lab mi è piaciuto moltissimo: sono contenta di essere qui. Anche il design è davvero curato e originale. Pitti Bimbo è un’occasione importante per creare contatti: con i top buyer e la clientela selezionata, di altissima qualità e soprattutto fidelizzata perché partecipa ogni edizione. E poi la location è unica e il party organizzato per la fine della fiera è stato bellissimo!

Davide Bencini, Sundek:
Selezione è la parola chiave di Pitti Immagine. La fiera presenta sempre un’ottima proposta di brand così come contatti di altissima qualità tra i compratori. Abbiamo partecipato anche a Pitti Uomo e siamo stati felicissimi del riscontro registrato. Pitti Bimbo è una fiera diversa, più raccolta, ma è comunque un appuntamento fondamentale nel calendario della moda bambino. Abbiamo registrato un’ottima affluenza di buyer italiani, europei e americani.

Giovanni Basagni, Presidente e Co-fondatore Miniconf:
Crediamo molto in questa fiera. A questa edizione abbiamo partecipato con due brand che hanno attirato due diversi target e abbiamo invitato 50 buyer, puntando sulle sinergie per avere una sempre maggiore presenza internazionale. Sono interessato alla qualità più che alla quantità e il pubblico di Pitti Immagine è sempre di altissimo livello. Per un brand di childrenswear è davvero fondamentale esserci.

Tia Cibani, proprietaria Tia Cibani Kids:
Un feedback super positivo! Abbiamo incontrato moltissimi nuovi clienti, un giusto equilibrio tra compratori italiani e internazionali, tutti di altissima qualità. Il team della fiera è stato davvero disponibile e il supporto è un elemento importante per chi viene da lontano. Tutti i designer che ho conosciuto nella sezione Apartment sono davvero persone eccezionali…Mi sono sentita a casa!