Pitti Filati 67 presenta

Move

E' il nuovo titolo-tema di questa edizione

Fortezza da Basso - Padiglione Centrale - piano terra

MOVE!:
Il nuovo mood dello Spazio Ricerca di Pitti Filati
 
Lo Spazio Ricerca di Pitti Filati, dalla scorsa edizione in scena al Piano Inferiore del Padiglione Centrale insieme alla sezione Fashion at Work, è fulcro gravitazionale di tutte le espressioni legate alla creatività nei filati. Laboratorio di sperimentazione di avanguardie e trend, lo Spazio Ricerca si integra ancora di più con l’area dedicata alle aziende di servizi e tecnologie più avanzate per il tessile/abbigliamento, andando a creare un percorso unico dove ricerca, prodotto e tecnologia sono in costante dialogo.
 
MOVE! è il nuovo titolo-tema di questa edizione - con la direzione artistica del fashion designer Angelo Figus e dell’esperta in maglieria Nicola Miller - che nell’allestimento dell’architetto Alessandro Moradei presenterà le tendenze per l’autunno/inverno 2011-2012. 
Un invito energico e visionario a rimettere in movimento idee, persone, cose, e a recuperare il senso di meraviglia per la scoperta di luoghi, genti e culture. Il movimento - per acqua, per terra, per aria - diventa lo strumento per esplorare il mondo vicino e lontano, ma anche la forza per dare slancio alle idee e proiettarle nel futuro. Un viaggio che unisce i continenti e li esplora nelle loro valenze contemporanee, attraverso i volti dei nuovi popoli, dei luoghi, degli oggetti tipici e globali di uso quotidiano trasformati e riadattati a nuove esigenze, che ci restituiscono immagini inedite. Un viaggio attraverso il viaggio e un viaggio attraverso i continenti: questi i due macro-temi all’interno dei quali si sviluppano nuove atmosfere.
 
MOVE! sarà declinato in questi temi / installazioni disseminati nel percorso del Piano Inferiore: 
Sea: un inno alle grandi attraversate transoceaniche. 
Rail: una divagazione sul viaggio in treno di lunga distanza. 
Air: un tributo al glamour d’alta quota. 
Cargo: un invito ispirato alla movimentazione delle merci. 
Transcontinental: la riscoperta dei nuovi continenti oppure gli stessi continenti visti con un nuovo sguardo. 
Africa: la nuova Africa vista come come una vertigine tribale. 
Nord America: rilettura degli elementi culturali dei nativi attraverso il filtro dell’arte contemporanea. 
Asia: un incontro mistico e surreale tra passato e futuro. 
Sud America: una suggestione cromatica calda e sensuale. 
Oceania: tema virile e fisico, raccontato attraverso i tatuaggi degli antichi Maori e delle nuove tribù. 
Europa: un viaggio attraverso l’Europa che si nutre della bellezza dei ritratti classici.
 
 
Firenze, 6 luglio 2010