The Cotton Museum of Cairo

A Pitti Filati, due eventi per il libro edito e promosso da Filmar

Sala della Volta - Fortezza da Basso

Ha il colore del limo la copertina del libro The Cotton Museum of Cairo. E dal colore della fertile fanghiglia nasce una singolare pianta che ha per frutto un agnello vivo: questa creatura mitologica, che simboleggia la pianta del cotone, si chiama Barometz e la sua leggenda è svelata tra le pagine del libro. Così l’ha voluta Marco Marzoli, amministratore delegato di Filmar, l’azienda che ha edito e promosso questa singolare pubblicazione che racconta attraverso un reportage fotografico il Museo del Cotone del Cairo, realizzando un com¬pendio unico sul cotone in Egitto e nel mondo. L’Egitto è il produttore del migliore cotone a livello internazionale e le manifatture italiane da sempre perseguono la qualità che solo una materia così eccellente può conferire ai manufatti tessili. Il libro vuole essere un omaggio che Filmar offre al cotone egiziano e alla sua terra: un gesto di riconoscenza, di promozione e condivisione della cultura a favore di una nuova economia cooperante. A queste nuova pubblicazione Pitti Filati dedica due eventi: mercoledì 3 luglio sarà inaugurata una mostra nella Sala della Volta della Fortezza da Basso, visitabile per tutta la durata della manifestazione, mentre nel pomeriggio di giovedì 4 luglio appuntamento con il cocktail party alla Limonaia del Palazzo dei Congressi per la presentazione del libro.