Ospite Speciale di Fragranze N. 8

Sissel Toolas

Con il progetto "FEAR": il corpo come strumento di una comunicazione invisibile

Stazione Leopolda

Sissel Tolaas, scienziata, chimica, linguista, artista e scent provocateur norvegese, sarà tra gli ospiti speciali di questa edizione di Fragranze, con una lecture e una speciale installazione dal titolo “FEAR”.
 
Dal suo laboratorio di Berlino, dove a oggi ha archiviato in una sorta di “diario olfattivo” fino a 6730 odori, con le sue creazioni e le sue performance artistiche Tolaas è impegnata in un inedito progetto di educazione olfattiva: allenare le persone a riconoscere, accettare e definire gli odori dei luoghi, delle cose, dei corpi e delle emozioni. Con l’idea che una conoscenza più approfondita del senso dell’olfatto può renderci più consapevoli delle grandi possibilità che questo offre, e del suo grande potere.
 
“Tendiamo a pensare agli odori in termini puramente estetici: ovvero se un odore è piacevole o sgradevole”, dice Sissel Tolaas. “In altre culture, invece, da sempre gli odori sono utilizzati come strumenti di base per definire il mondo e interagire con la realtà. In modo particolare quando gli odori sono strettamente associati all’identità di una persona o di un gruppo. Per me studiare la storia, l’antropologia e la sociologia degli odori significa – molto concretamente – investigare sull’“essenza” stessa della nostra cultura”. 
 
Sissel Tolaas presenterà a Fragranze una parte del suo straordinario lavoro attraverso l’installazione FEAR, che mette in scena una rappresentazione di come l’odore del corpo sia un vero strumento di comunicazione invisibile.
 
FEAR
La PAURA dell’odore VS l’ODORE della paura
Un progetto e un’indagine su come gli odori prodotti dal corpo possono diventare significativi segnali di specifici stati d’animo, come la paura. Gli odori emanati in situazioni di paura dai corpi di un campione di uomini provenienti da diverse parti del mondo, sono stati studiati e riprodotti da Tolaas nel suo laboratorio. Queste molecole olfattive daranno vita ad un inedito “scratch and sniff wall”, una parete-installazione che al tocco emanerà questi sentori accostati in modo provocatorio.