Pitti Fragranze racconta le esperienze olfattive più avanzate, tra mercato e cultura

“Pitti Fragranze è sempre di più il luogo per eccellenza dove scoprire le novità della profumeria artistica internazionale e le sue esperienze più avanzate – dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine – dai nomi di riferimento del settore ai brand emergenti, che si danno appuntamento a Firenze assieme alla comunità internazionale dei protagonisti dell’high beauty e della sua dimensione più lifestyle. Questa edizione riconferma i suoi punti fermi: grande selezione e attenzione alla qualità dei prodotti, accanto a uno scouting internazionale di alto profilo. E poi c’è il programma eventi sulla cultura olfattiva contemporanea, sempre più ricco e sfaccettato, a rendere Pitti Fragranze un osservatorio davvero unico. Dallo special guest di questa edizione, un maestro indiscusso come Jean-Claude Ellena, fino al calendario dei Fragranze Talks, con un focus sulla dimensione più avanzata del retail in profumeria – dalla formazione dello staff al design degli spazi fisici e virtuali – sullo skincare e tanto altro ancora. Vi invitiamo a immergervi e vivere dunque l’esperienza del salone, assieme a quella delle iniziative in città per La Città delle Fragranze!”.

 

I NUMERI dei buyer

L’ultima edizione del salone, nel settembre 2018, ha registrato un totale di circa 2.150 compratori da più di 50 paesi; di questi quasi 700 quelli provenienti dall’estero. La classifica dei mercati di riferimento del salone vede in testa la Francia, seguita da Germania, Russia, Spagna, Svizzera, Regno Unito, Ucraina, Emirati Arabi, Olanda, Giappone e Stati Uniti.