I prodotti tipici fanno squadra a IdentiTaste

Altana di Palazzo Strozzi

Garfagnana, Casentino, Chianti, Maremma, Mugello. E l'elenco potrebbe continuare. Sono i territori toscani, ma anche i tanti volti delle identità enogastronomiche di una regione ricca di tradizione e qualità. Da due anni, questo immenso patrimonio del gusto viene raccontato attraverso il percorso di incontri  “I territori toscani e i loro prodotti”, un'idea di Anci Toscana e Accademia dei Georgofili per creare connessioni tra istituzioni e operatori e per cercare strade comuni di collaborazione e di intesa, tutelando e promuovendo l’economia locale e il turismo. Quest'anno, in occasione di Taste, la formula si arricchisce, superando i consueti confini regionali con relatori nazionali e internazionali, accademici e rappresentanti istituzionali. Il programma di IdentiTaste, dopo i saluti del direttore di Anci Toscana Simone Gheri e del presidente dell'Accademia dei Georgofili Massimo Vincenzini, prevede tra gli altri gli interventi dei rappresentati della Fao e del Ministero delle Politiche agricole, oltre a quelli dell’assessore regionale Marco Remaschi e del responsabile del progetto AnciToscana sulla valorizzazione dei prodotti tipici Vittorio Gabbanini. Parteciperanno anche i sindaci e gli amministratori di tutti i territori coinvolti. Coordinerà i lavori Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita.