A Taste il Premio Tavoletta incorona i cioccolatieri top

Stazione Leopolda - Teatro dell'Opera - Area Ring

Creare una tavoletta di cioccolato è un'arte, una questione di qualità delle materie prime e di sensibilità nel definire le proporzioni giuste o l'ingrediente che dà quel tocco in più.
I migliori maestri cioccolatieri italiani e le loro irresistibili creazioni si sono dati appuntamento a Taste 2019 per la consegna dell'ambito Premio Tavoletta d'Oro conferito dalla Compagnia del Cioccolato. Ogni anno, dopo un'attenta analisi e qualcosa come 800 assaggi, questo gruppo di esperti decreta i brand al top.
Ecco i vincitori di questa diciassettesima edizione.
Per la categoria latte si è aggiudicato il premio Amedei con il suo latte Toscano Brown 32%, mentre per la categoria latte ad alta percentuale di cacao il vincitore è stato Slitti con il lattenero 45% unitamente a Venchi con latte Venezuela 47%. Slitti con il suo GranCacao al 73% ha ottenuto la Tavoletta d'Oro per il cioccolato fondente e per il gianduja si aggiudica il premio Guido Gobino giandujottino Maximo +39.
Quest'anno la giuria finale ha riscontrato una grande ricerca qualitativa e un notevole numero di proposte nella categoria cioccolato d'origine: 10 cioccolati finalisti che hanno meritato tutti la menzione di “Cioccolati d'eccellenza” e ben tre Tavolette d'oro come
migliori Monorigini: il grande Chuao 70% di Domori, i nuovissimi Caño Tigre Merida Superior di Maglio e il Blanco de Cepe di Majani.
La categoria aromatizzati vede la vittoria di tutta la linea dei cioccolati affinati di Sabadì. Slitti con la Riccosa è stato premiato nella categoria creme spalmabili e Maglio con le clementine ricoperte ha vinto la categoria Frutte e Canditi ricoperti. Il cremino alle amarene di Gardini e quello al caramello di Gobino si sono aggiudicati la categoria cremini. Tra le praline quest’anno ha vinto Slitti con Passion Fruit. Per la categoria modicani ha vinto di nuovo Sabadì con latte e zenzero. Completano il quadro la Tavoletta d'Oro per i giovani cioccolatieri emergenti a Karuna Chocolate, la Tavoletta d'Oro per il cioccolato internazionale al Labooko 72% del produttore austriaco Zotter e il riconoscimento, in collaborazione con Cocchi, a Luca Picchi con il suo cocktail al cioccolato Negroni Azteco in occasione del centenario della nascita del Negroni. Una Tavoletta d'oro ha poi ricordato il compianto Rodolfo Mazzei, proprietario del Bruco.