Taste 12: I commenti dei compratori

Michael J. Scibila, Dean & Deluca, New York (Stati Uniti)
“Nel mio lavoro è fondamentale trovare prodotti speciali, non solo nel gusto, ma anche nella tradizione e nella storia, e Taste è ricco di tutto questo! Qui troviamo il livello più elevato nel panorama enogastronomico italiano. Sono molto interessanti gli eventi e le mostre. Oltre a ciò, quello che mi piace di Firenze è scoprire anche piccole realtà tradizionali e cercare di comprendere il loro lavoro, per fare ancora meglio il nostro”.
 
Anna Burleigh - Buyer Grocery, Confectionery & Concessions Food Buying & Merchandising, Selfridges & Co., Londra (Gran Bretagna)
“Ho trovato tantissimi marchi con cui sicuramente lavoreremo in futuro; il numero di artigiani, di brand di nicchia e di specialità è davvero impressionante. Devo fare i miei complimenti a Pitti Immagine per l’organizzazione della manifestazione. In assoluto, una delle migliori che ho visitato negli ultimi anni!”
 
Lidia Mosyakova, Foreign Activity Department Manager, Globus Gourmet (Russia)
“Taste è una manifestazione eccellente e in una location davvero suggestiva, e Pitti è stato molto bravo nel creare la giusta atmosfera. Abbiamo individuato molte specialità che difficilmente possiamo trovare altrove: il cioccolato e i dolci su tutti! Ho degustato i prodotti di alcuni tra i più importanti cioccolatieri artigiani al mondo, cioccolati alle mandorle o al ginger; ancora, cioccolati bianchi con frutta, biscotti … Davvero notevoli anche i prodotti caseari - formaggi affinati in modo davvero fantasioso - e i salumi, ma a causa di embarghi tra la Russia e l’Europa, non possiamo per il momento importarli ed è un peccato”.
 
Enny No-Kim - Buyer Decorative Home, Bergdorf Goodman, New York (Stati Uniti)
“Questa prima volta a Pitti Taste è stata un’esperienza davvero positiva. A differenza di altre manifestazioni, ha proprio una marcia in più, grazie alla qualità dei prodotti e alla modalità con cui vengono presentati. Malgrado la grande affluenza, Taste si visita agevolmente. Molto interessante anche la parte dedicata al kitchen design, che mi piacerebbe trovare ampliata il prossimo anno!”
 
Daniël Heylen – titolare di De Pauw (Belgio)
“Trovare prodotti interessanti non è scontato nel mio lavoro. Ero partito con l’idea che se avessi individuato almeno due specialità degne di nota, sarebbe stato un successo. Devo dire che la realtà ha decisamente superato le aspettative! Pitti Taste è completo e ben organizzato. Qui ho trovato i prodotti della tradizione con una marcia in più: rielaborati, arricchiti dalla sperimentazione, proposte sempre innovative che non tralasciano la qualità, altissima. Ritornerò sicuramente”.
 
Herman Specker, Titolare di Foodelicious, Rotterdam (Olanda)
“Sono venuto per la prima volta a Taste tre anni fa e mi aveva molto colpito la cura nell’organizzazione del salone: gli stand, l’accessibilità alle informazioni, la gestione dei servizi, l’allestimento degli spazi, tutto era perfettamente studiato. Questa edizione non si è smentita. Ho trovato alcuni dei miei clienti e stretto contatti molto interessanti per futuri ordini. I prodotti sono tipici ma anche davvero nuovi sul mercato. E poi il packaging con cui sono presentati e certi elementi di food design che li impreziosiscono sono davvero speciali”. 
 
Robert d’Amato - General Manager, Casa Italia (Australia)
“Taste raccoglie l’eccellenza dei produttori italiani. Un salone di alto livello che cresce sempre di più. Apprezzo moltissimo la possibilità di scoprire ogni volta prodotti nuovi: realtà di nicchia che magari non avrebbero l’opportunità di uscire dall’Italia. In più, il clima della manifestazione è gioioso e rilassato, le sue dimensioni ti permettono di parlare con gli espositori e di approfondire i loro prodotti. Inoltre, ho trovato molto interessanti gli eventi collaterali, sia i Ring che il calendario FuoridiTaste in città”.
 
Gaby Bou Najm - Managing Director, Internal Sarl (Libano)
“É il terzo anno che partecipo a Taste. Ogni volta torno con piacere perché trovo sempre quello che sto cercando. Vengo qui soprattutto per le tipicità enogastronomiche - olio d’oliva, aceto balsamico, salse - e devo dire che ho trovato certe rivisitazioni davvero particolari, come le salse piccanti senapate o il perlage di tartufi …. Pitti Immagine garantisce una qualità molto alta, decisamente superiore rispetto ad altri saloni internazionali. L’allestimento poi è davvero curato: tutto è studiato nei minimi dettagli”.
 
Paolo Orsolini - CEO di Orso Italian Specialty Food, Miami (Stati Uniti)
“Siamo importatori e distributori e a breve apriremo anche un punto retail con l’on-line, sempre dedicato alle eccellenze italiane. Taste è dunque una tappa fondamentale per noi. Ho ritrovato clienti, ho avuto molti appuntamenti e stretto ordini. Penso che gli eventi organizzati, come i Ring, siano molto utili, anche per capire meglio il lavoro dei fornitori e la qualità del loro prodotto. Ho apprezzato molto quello dedicato al caffè: non solo tema centrale della manifestazione, ma un prodotto ben rappresentato a Taste, e a cui sono particolarmente interessato”.
 
Mario Sequerra Freitas - Direttore Generale di Atlas Gourmet, Madrid (Spagna)

“Un’esperienza davvero soddisfacente questa prima volta a Taste. L’impressione è di entrare in una boutique di altissima qualità. Taste è l’espressione dell’alto livello della gastronomia italiana, che non avevo trovato, proposta in maniera così accurata, in altre manifestazioni. Qui c’è cultura del cibo e della tavola in ogni senso, dal prodotto al design del packaging fino alla presentazione. E poi i prodotti: i dolci per esempio, come i deliziosi amaretti morbidi, o le paste con farine speciali o integrali, le birre artigianali…”.