Il Genio della Pentola

9 espositori per 1 ricettario speciale firmato Taste.
I prodotti diventano spunti creativi per reinventare gustose ricette della tradizione.

Questa volta tocca a loro, agli espositori di Taste, raccontare il "proprio" prodotto. Perché il cibo è una cosa seria, ma al tempo stesso è fatto di idee.
E Taste a ogni edizione è palcoscenico per le idee più fresche di oggi.

Acquapazza Gourmet

Torna su

Spaghetti con colatura di alici

Ingredienti per 4 persone:
 
_35 g di colatura Acquapazza Gourmet, secondo il metodo tradizionale "Cetarese";
_350 g di vermicelli trafilati in bronzo "Maestri Pastai";
_50 g di olio extra vergine di oliva;
_2 spicchi di aglio tagliati a lamelle;
_Prezzemolo Q.B.;
_Peperoncino facoltativo.
 
Procedimento:
In una pentola cuocere i vermicelli senza sale.
In un padellino o insalatiera versare l'olio e la colatura di alici e aggiungere l'aglio tagliato a lamelle e il prezzemolo.
A cottura ultimata della pasta, mantecarla nel sughetto avendo cura di aggiungere un po' di acqua di cottura della stessa pasta. Far amalgamare bene e servire caldo.
 
Consiglio:
Nel periodo invernale è bene far riscaldare il sughetto fino a una temperatura di 50 gradi.
E tipico per i pescatori consumare la colatura di alici su verdure cotte, crude o zuppe di cereali.
Straordinario è il suo utilizzo per salare qualsiasi tipo di pietanza aggiungendo poche gocce.
 
La colatura Acquapazza Gourmet è prodotta nell'unico stabilimento esistente a Cetara, continuando la tradizione dei pescatori della salatura delle alici in contenitori di legno di castagno "Terzigno".
La spillatura avviene non prima di 14 mesi dalla salatura delle alici.
 
Mario Penati, Acquapazza Gourmet
 

Coda Nera

Torna su

Filetto di Salmone Affumicato

Il Filetto di Salmone Affumicato Coda Nera rappresenta un piatto già completo.
 
Viene preparato con una ricetta che segue la più antica tradizione russa: sale, fumo di legno naturale e una sapiente asciugatura, sono gli ingredienti più preziosi per ottenere il Filetto di Salmone Affumicato. 
 
Consigliamo di servirlo così, semplice, senza aggiunta di ingredienti che ne possano alterare la fragranza e affettandolo verticalmente, per poter apprezzare al meglio la sua tipica consistenza.
 
Volete proprio sbizzarrirvi? Decorate con qualche filo di erba cipollina, granella di nocciola oppure tagliatelo a cubetti e abbinatelo a una tartare di mela verde, guarnendo con qualche petalo di viola e spolverando leggermente con pepe bianco macinato fresco ... Ma non spingetevi oltre, per carità!
 

Cuore Di

Torna su

I Ti Voglio Bene al Cacao

All'interno dei TI VOGLIO BENE al cacao si trovano:
 
_miscela già pronta per realizzare il pandispagna al cacao,
_miscela per la crema al cacao,
_1 busta di zucchero a velo,  
_1 tagliabiscotti a forma di cuore.   
 
Preparazione della base al cacao:
Ingredienti da aggiungere al preparato Cuore Di
_2 uova,
_20 ml di acqua.
Sbattete in una ciotola 2 uova per 5 minuti circa. Lentamente, aggiungete i 20 ml di acqua e impastate per altri 5 minuti fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
 
Versate e stendete il composto, in una teglia rettangolare 30 x 40cm, precedentemente ricoperta con della carta forno e infornate a 170° C. per 20 minuti.
 
Preparazione della crema al cacao:
Ingredienti da aggiungere al preparato: 400/500 ml di latte in base alla densità desiderata.
 
Sbattete in una ciotola il latte per 3 minuti circa, aggiungete lentamente il contenuto della busta fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. La crema è pronta!
 
Una volta cotta la base, lasciatela raffreddare completamente, e ritagliate la torta, con il tagliabiscotti che trovate all’interno della confezione, cercando di non lasciare troppo spazio tra una forma e l'altra (in totale dovrebbero risultare 20 cuori).
Una volta formate le basi spalmate all' incirca 2 cucchiai di crema sopra a 10 cuori e richiudeteli con i restanti. Spolverate con lo zucchero a velo.
Con il pandispagna avanzato potete creare dei coloratissimi Cake pops.
 

Fabbri Delizie Da Forno

Torna su

Birikkine in sformato campagnolo ai carciofi

Antipasto, ingredienti per 6 persone:
 
_gr 900 di carciofi congelati,
_300 gr di Birikkine (piadine con sale di Cervia, lavorate in sfogliatrice e cotte manualmente sulla piastra da piadina),
_300 gr gambuccio di prosciutto parma tagliato a cubetti,
_6 spicchi di aglio,
_gr 200 formaggio tipo edamer o dobbiaco tagliato a fettine,
_olio extra vergine quanto basta,
_pomodori maturi rossi cotti a metà, in padella con aglio e rosmarino.
 
N.B. I carciofi  possono essere sostituiti  con erbette ed asparagi nella stessa quantità.
 
 
Procedimento:
 
Fate soffriggere l’aglio con l’olio, aggiungere i carciofi e il prosciutto di Parma e fate cucinare in una padella antiaderente per 15-20 minuti.
Nel frattempo, preparate un tegame con coperchio, adatto alla cottura in microonde.
Preparate uno strato di Birikkine su cui adagerete le verdure con sopra le fettine del formaggio e, alla fine, un altro strato di Birikkine.
Ricoprite con un altro strato di verdure e ripetete nuovamente la sequenza.
Sopra l’ultimo strato di Birikkine, infine, mettete i  pomodori cotti in precedenza.
Coprite il tegame con il coperchio e mettete in microonde a 750w, facendolo cucinare per circa 10 min.
 
Il piatto è pronto!
 

Molino Rossetto

Torna su

Focaccia pugliese con preparato Molino Rossetto

Ingredienti da aggiungere alla preparato per focaccia Molino Rossetto:
 
Per l'impasto
_350 ml di acqua tiepida,
_5 cucchiai di olio di oliva.
 
Perl la farcitura
_pomodorini ciliegino o datterino,
_olive verdi o nere.
Preparazione:
Sciogliete la busta di lievito secco attivo (che troverete attaccata internamente al cartoncino del preparato) in 350 ml di acqua tiepida.
Versate su una superficie piana o su una ciotola il contenuto della confezione. Aggiungete il lievito sciolto nell'acqua e 5 cucchiai di olio di oliva, impastate per 5/10 minuti, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Lasciatelo lievitare per circa un'ora in luogo tiepido e coperto da uno strofinaccio umido o da pellicola da cucina.
Lavorate nuovamente l'impasto, stendetelo sulla placca da forno precedentemente foderata con carta forno, stendetela con le dita unte d'olio e lasciatela lievitare ancora per 30/40 minuti, sempre coperta da strofinaccio umido, in ambiente tiepido.
 
Farcitela, infine, con pomodirini tagliati a spicchi e olive a vostro piacimento. Cuocete in forno precedentemente riscaldato a 200 gradi circa per 30/40 minuti.
 

Schooner

Torna su

Baccalà Islandese, ragù di trippe con porri e alghe

Ricetta elaborata dallo chef Angelo Torcigliani del ristorante Il Merlo di Camaiore (LU).
 
Ingredienti per 4 persone:
 
_600g Baccalà salato origine Islanda 
_100g Trippe di Stoccafisso ammollate 
_2 porri
_2 pomodori maturi
_80g “Tris di Alghe” fresche (Lattuga di Mare, Dulse e Nori)
_1 spicchio d’aglio
_rosmarino
_cerfoglio
_olio extravergine di oliva
_aceto di barolo
_pepe nero in grani
 
Preparazione:
Lavare e mondare i porri quindi tagliarli ad anelli di circa 1cm di spessore. Sciacquare e tagliare le trippe di Stoccafisso a julienne molto sottile quindi lavare i pomodori ben maturi, privarli della pelle e dei semi e tagliarli a dadini. Mettere quindi i porri, le trippe e i pomodori in un tegame con dell’olio extravergine di oliva e fare stufare a fuoco basso per circa 20 minuti rigirando di tanto in tanto.
Prendere il Baccalà Islandese, precedentemente dissalato, e tagliarlo in modo che se ne ricavino 8 pezzi quindi farlo rosolare su tutti i lati, possibilmente in una padella di ferro, con dell’olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio schiacciato e del rosmarino; terminare la cottura dal lato della pelle. 
Sciacquare le alghe quindi sbollentarle per un paio di minuti insieme a qualche anello di porro; condirle poi con dell’olio extravergine di oliva e qualche goccia di aceto di barolo.
 
Impiattamento:
Su ciascun piatto adagiare sul fondo, con l’aiuto di un coppapasta, il ragù di porri e trippe di Stoccafisso quindi adagiarvi sopra un paio di pezzi di Baccalà cercando di mettere insieme un pezzo più alto con un pezzetto più basso così da potere gustarne le varie consistenze. A rifinire il piatto aggiungere un po’ d’insalata di porri e alghe. Prima di servire aggiungere dell’olio extravergine di oliva, una macinata di pepe nero e guarnire con qualche foglia di cerfoglio.
 
Il Baccalà Islandese, le Trippe di Stoccafisso e il Tris di Alghe sono prodotti Schooner.
 

Rocca Stefano dal 1986 "La Bottarga"

Torna su

Diversamente Muggine e le sue uova: La Bottarga appunto!

Metti una sera, uno Chef pluripremiato, Achille Pinna dell’omonimo Ristorante “da Achille” di Sant’Antioco, il muggine e le sue uova, la bottarga, un po’ di mela e cipolla e un pensiero di fondo: fornire uno spunto, un’idea creativa, e semplice allo stesso tempo, per mostrare la grande versatilità della bottarga di muggine e quanto, grazie a questo ingrediente, possa essere piacevole e divertente sperimentare nuove ricette e scoprire nuovi e sorprendenti accostamenti.
Protagonisti di questa ricetta: la bottarga di muggine, il muggine, in questa proposta affumicato con legno di corbezzolo e di leccio. E perché non provare con del crudo di pesce o del pesce appena scottato, piccoli bocconcini di mela verde candita a freddo e per completare la cipolla rossa in agrodolce con ciuffi di germogli di crescione?
 
Ingredienti: 
_Bottarga di muggine intera
_Filetto di muggine affumicato
_Mela verde candita
_Cipolla di Tropea 
_Piccoli germogli di crescione
_Olio extravergine di oliva 
 
Preparazione:
Tagliare finemente la cipolla rossa di Tropea e cospargerle con del sale fine, scottarla in acqua per 1-2 minuti, lasciare freddare in frigo. 
Tagliare il filetto di muggine e le mele candite (ottime anche le mele verdi al naturale) a piccoli cubi, affettare finemente la bottarga di muggine e impiattare, ultimare aggiungendo alcuni “fili” di cipolla ed i piccoli germogli, ultimare il piatto bagnando con un filo di ottimo olio extravergine. Ricetta pronta!!!
 

Trota Oro

Torna su

Bocconcini di trota marinata, insalata di carciofi e spressa stagionata

Ingredienti per 4 persone:
 
Per i bocconcini
_1 vasetto di bocconcini di trota marinata scolato dal suo olio di conservazione
_2gr di erba cipollina tritata fine
_olio extravergine del Garda
 
Per i carciofi
_4 carciofi spina
_5gr succo di limone
_2gr prezzemolo tritato
_olio extravergine
_50gr “spressa” DOP stagionata
 
Altro
Sale, pepe, olio extravergine.
 
Procedimento:
Tagliare a cubi regolari dove necessario la trota e condirla con l’olio e l’erba cipollina, pulire accuratamente i carciofi, eliminare la barba interna e tagliarli molto sottili, condirli con sale, pepe, olio extravergine, succo di limone e prezzemolo tritato. Distribuire i carciofi sui piatti, adagiarvi sopra i bocconcini di trota e finire con scaglie di spressa stagionata.
 

Upstream

Torna su

Tagliatelle al Salmone

Ingredienti  per 4 persone: 
 
_350 g di tagliatelle all’uovo   
_100|120 g di Salmone Upstream
_100 g di burro 100 grammi 
_1 cucchiaino scarso di erba cipollina tritata
_2 tuorli d'uovo 
_4 cucchiai di latte 
_1 cucchiaio  di olio
_pepe q.b.
          
Basi da preparare:
Mettere due tuorli  in una ciotola, aggiungere la tazzina di latte e il  cucchiaio di olio. Sbattere leggermente unendo un pizzico di sale e pepe. Sciogliere il burro  bagnomaria. Tritare l’erba cipollina e tagliare la coda del  salmone a tartare con il coltello. Tenere da parte queste preparazioni e cuocere le tagliatelle al dente.
 
Preparazione:
Lessare le tagliatelle in acqua bollente salata. Scolarle e versarle  in una padella larga e non troppo alta. Aggiungere subito il salmone, utilizzando il vapore della pasta per farlo cuocere  leggermente, mescolando per circa 30 secondi fuori dal fuoco.
Aggiungere il burro tiepido,  l’erba cipollina  e mescolare.
Da ultimo, aggiungere  il composto di uova e amalgamare  fuori dal fuoco e cospargere con un poco di pepe e servire.
 
Abbinare con Ribolla gialla del Collio, Bourgogne Blanc La Mission Chateau de Chamirey, Bollicine ... Gewustrztraminer Ostertagg Alsazia.