ARRIVO è uno dei Pitti Italics di questa edizione

Il primo progetto a quattro mani dei designer Matteo Gioli e Stefano Ughetti, in anteprima assoluta a Firenze.

Dogana

In occasione di Pitti Uomo 87, i designer Matteo Gioli (SuperDuper Hats) e Stefano Ughetti (Camo) tornano a Firenze come Pitti Italics, con una performance-evento per presentare in anteprima assoluta la collezione maschile Arrivo, il loro primo progetto a quattro mani, nato dalla passione comune e familiare dei due creativi per il mondo del ciclismo.
 
Arrivo è uno dei nomi del programma Pitti Italics, l’iniziativa con cui Pitti Immagine promuove e supporta le nuove generazioni di fashion designer che progettano e producono moda in Italia, e che al tempo stesso possiedono già un appeal internazionale.
 
Dopo Who is on Next? Uomo abbiamo seguito con interesse il percorso di Stefano Ughetti e Matteo Gioli, con i loro rispettivi marchi, e l’evolvere delle loro collezioni all’insegna di un know how artigianale ma dallo stile contemporaneo - dice Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi di Pitti Immagine - Siamo felici di offrire loro il palcoscenico e la platea di Pitti Uomo per presentare la collezione Arrivo: un nuovo progetto realizzato a quattro mani che reinterpreta in maniera innovativa l’abbigliamento maschile tradizionale, una declinazione stilistica di tradizione e innovazione che in questo momento, sentiamo di grande attualità”.
 
Il progetto non è un omaggio al ciclismo come sport, ma a quegli uomini dalle gambe d’acciaio che hanno fatto la storia e che, pedalando, scalavano montagne e attraversavano le strade distrutte dalla guerra, con la voglia di arrivare e riscattarsi da una realtà incerta e piena di sacrifici” – affermano i designer  – “Arrivo come punto d’arrivo, ma anche di partenza: per ridisegnare un nuovo modo di concepire l’abbigliamento maschile, ispirandosi a quegli uomini che sognavano il traguardo e scommettevano solo sulle proprie gambe per raggiungere la meta…
 
Arrivo è una collezione composta da tre singoli capi declinati in tre varianti colore, combinati in 27 outfit che reinterpretano nei dettagli il repertorio dell’abbigliamento ciclistico. Scelta cromatica alla base della collezione è un codice binario tra bianco e nero, in omaggio alle immagini dei grandi ciclisti degli anni ’40 e ‘50. Tutti i capi di questo nuovo progetto avranno la doppia label Arrivo e Camo.
 
Pitti Italics è uno dei progetti nell’ambito di Pitti Immagine Uomo dove si sviluppa la partnership tra MINI e Pitti Immagine. In particolare, la partecipazione di MINI a Pitti Uomo è focalizzata sui progetti dedicati a giovani brand emergenti e alle tendenze più innovative nella moda maschile contemporanea.


I progetti di 
FONDAZIONE PITTI DISCOVERY sono realizzati grazie al generoso supporto del CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA e di PITTI IMMAGINE e al prezioso contributo di ENTE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE.