Marco De Vincenzo
Womenswear Guest Designer

Teatro Niccolini

Marco De Vincenzo sarà il Womenswear Guest Designer di questa edizione di Pitti Uomo (Firenze, 12-15 gennaio 2016). Classe 1978, il designer di origini messinesi ricopre ad oggi il ruolo di leather goods head designer per la maison Fendi, con cui collabora da oltre 15 anni. Nel 2009 crea il suo marchio, e nel 2014 parte la joint venture con il gruppo LVMH.
 
Marco De Vincenzo è uno dei migliori talenti italiani a livello mondiale, per la contemporaneità della sua visione e la silhouette leggibile, segnata dal colore, delle sue collezioni femminili. Pitti Immagine sceglie di presentare l’unicità del suo stile con un progetto che mette in scena una performance spettacolare, giovedì 14 gennaio, in uno spazio straordinario della città di Firenze, il Teatro Niccolini, che riapre dopo 20 anni.
 
"Avevo voglia di  decontestualizzare la mia moda, cercando di immaginarla lontana da una sfilata, che per certi versi rappresenta una forma di routine. - dice Marco De Vincenzo - Credo che sia giusto concedersi momenti in cui liberare il proprio universo estetico e mescolarlo con l'arte. Ciò che vorrei trasparisse da questo progetto è quanto per me sia importante il sorprendere e il sorprendermi. Sono siciliano, mi sento molto italiano e vivo a Roma da tantissimi anni. Giro continuamente l'Italia alla ricerca di luoghi che possano ispirarmi e Firenze è una città che parla un linguaggio molto vicino al mio."
 
 

bio.

Marco De Vincenzo è nato a Messina nel marzo del 1978. Dopo il liceo classico, a 18 anni, si trasferisce a Roma per continuare gli studi. A 21 anni al suo primo impiego entra a far parte dell'ufficio stile di Fendi, come designer di accessori. Ad oggi per Fendi ricopre il ruolo di leather goods head designer. Nel 2009 crea il marchio di pret-à-porter che prende il suo nome. La prima collezione debutta a Parigi il 28 gennaio del 2009 durante i giorni della haute couture. Nel luglio del 2009 è il vincitore di "Who is On Next?", concorso ideato dal direttore di Vogue Italia Franca Sozzani. Dal settembre del 2009 la sua collezione sfila a Milano nel calendario della settimana della moda. Nel 2014 sigla un accordo di jv con il gruppo LVMH per lo sviluppo del suo marchio. Marco è influenzato dal suo background di appartenenza in una maniera inattesa. L'arte antica e quella moderna/contemporanea sono un patrimonio dal quale attinge per creare le nuove collezioni. Dalle collezioni emerge il suo contrasto interiore tra decorativismo e minimalismo. Le sue idee sono limpide e innovative, frutto dei propri innumerevoli riferimenti culturali ispirativi. Marco è forte dei propri codici di femminilità. Le collezioni sono grafiche, pluridimensionali, surreali, definiscono l'idea di manipolazione della materia che domina sempre il suo stile.