Progetto strategico per l’Estate Fiorentina 2018

SECRET FLORENCE

In collaborazione con Pitti Immagine

Secret Florence, progetto strategico selezionato dall’Estate Fiorentina 2018, inaugurato nel 2016 grazie al sostegno di Comune di Firenze e Pitti Immagine, torna nella sua III edizione con una proposta artistica innovativa e di qualità dedicata ad un pubblico internazionale, giovane, interessato al confronto tra i linguaggi del contemporaneo e lo straordinario patrimonio storico-architettonico della città. 

Realizzato grazie alla collaborazione di cinque realtà di respiro internazionale attive nel territorio urbano della città di Firenze, Secret Florence è un progetto di rassegna sull’espressione artistica contemporanea che si propone di offrire eventi, performance site-specific, proiezioni e concerti originali in luoghi inediti o meno conosciuti della città.
Un programma ricco di iniziative a ingresso gratuito o a prezzo fortemente agevolato che animerà la città fiorentina dal  9 al 16 giugno 2018, con una speciale anteprima prevista per venerdì 8 giugno alla Sala Vanni di Piazza del Carmine.
 
PARTNER COINVOLTI:
FONDAZIONE FABBRICA EUROPA
LO SCHERMO DELL’ARTE FILM FESTIVAL
MUSICUS CONCENTUS
TEMPO REALE / Centro di ricerca, produzione e didattica musicale
VIRGILIO SIENI | Centro nazionale di produzione

LUOGHI COINVOLTI
Planetario/Fondazione Scienza e Tecnica
Cinema La Compagnia
Chiostro del Convento del Carmine
Sala Vanni
Sala Ghiberti dell’Accademia di Belle Arti
Studio Savioli al Galluzzo
Tepidarium del Roster
 
LE INIZIATIVE
FONDAZIONE FABBRICA EUROPA
Fabbrica Europa propone la performance site specific LIFEGUARD di e con Benoît Lachambre, attivo sulla scena internazionale dagli anni '70; nel '96 ha fondato la compagnia Par B.L.eux con la quale ha presentato i suoi lavori in oltre 15 paesi nel mondo, dall'Europa (Francia, Belgio, Olanda, Regno Unito, Germania, Italia, Spagna, Lituania, Austria etc.) all'America (Canada, USA, Brasile) e all'Asia (Corea, Cina), con oltre 500 rappresentazioni. Lifeguard, mira a decostruire la nozione dell’ “impulso coreografico”, riesaminando la presenza e la risonanza del movimento, fuori dai codici estetici dati, rivelando le sfaccettature delle proprie sensazioni in atto e in loco e invitando il pubblico a viverle senza inibizioni sotto una luce nuova e diversa.
 
LO SCHERMO DELL’ARTE FILM FESTIVAL
Lo schermo dell’arte Film Festival partecipa alla terza edizione di Secret Florence con un omaggio a Jean-Michel Basquiat a trent’anni dalla sua scomparsa. Due film raccontano la sua storia: la celebre favola postmoderna Downtown 81 girata tra il 1980 e il 1981 con la regia di Edo Bertoglio e interpretata dallo stesso Basquiat. E l’anteprima italiana del documentario Boom for Real: The Late Teenage Years of Jean-Michel Basquiat della regista Sara Driver appena uscito negli Stati Uniti.
 
MUSICUS CONCENTUS
Nuovo partner di Secret Florence, il Musicus Concentus presenta una performance del duo Simone Graziano e Naomi Berrill all’interno del Chiostro del Convento del Carmine. I due artisti hanno dato vita a una collaborazione inedita creando un concerto di musica aperta, dal minimalismo elettronico al folk irlandese, dalla musica classica al jazz contemporaneo. Inoltre, è affidata a Peter Broderick l’anteprima di Secret Florence venerdì 8 giugno nella Sala Vanni di Piazza del Carmine.
 
VIRGILIO SIENI/CENTRO DI PRODUZIONE 
Il tema delle bagnanti apre ad una riflessione sul corpo attraverso la nudità, spazio dell’umano dove disporre minuziosamente il sentimento anatomico del gesto, inteso come una sorgente archeologica. Momenti d'ozio che regolano un fitto procedere di eventi sulla tattilità, la figura, il colore e la luce. Un percorso che cerca di riflettere sulla natura del corpo e dell'umano femminile. Tra l'imperfezione della nudità e la presunta armonia del gesto, la grazia, si apre una terza via che guarda alla materia compresa tra corpo/archeologia/pittura/anima delle bagnanti.
 
TEMPO REALE/CENTRO DI RICERCA PRODUZIONE E DIDATTICA MUSICALE 
Tempo Reale presenta due differenti azioni in luoghi assolutamente inediti della città fiorentina. Una prima iniziativa vedrà la realizzazione di performance musicali site-specific all’interno del Planetario di Firenze per proporre l’ascolto di musicisti sperimentali in una modalità immersiva in relazione con le immagini in movimento del planetario. Una seconda performance invece sarà ospitata all’interno dello Studio dell’Architetto Leonardo Savioli al Galluzzo con la messa in opera del brano La Luce di Giuseppe Chiari, un’opera di forte impatto visivo che rappresenta la capacità del compositore di liberarsi dalle specificità del linguaggio musicale, creando per l’occasione un’esperienza di percezione attiva dello spazio architettonico.