Pop Up Stores

Tante novità e un nuovo layout curato da Pratricia Urquiola

Per questa edizione, nel layout curato da Patricia Urquiola, si amplia ancora di più la trasversalità dell’offerta e nascono nuovi Pop Up Stores, con focus su prodotti specifici come calzature, borse, accessori selezionati per l’alta qualità dei materiali e il saper fare, a cavallo fra tradizione e sperimentazione.

Tra i marchi da tenere d’occhio segnaliamo le calzature di H’Katsukawa From Tokyo per l’inconfondibile design avant-garde e fattura artigianale, l’esclusivo scarponcino allacciato – disponibile anche nella versione sneaker alta - firmato Chausser; sempre restando nelle calazature intese come piccole opere d’arte, da citare Il mocassino cucito a mano inteso di Kaoru Kaneko o le scarpe dalle originali texture realizzate da Le Parrain seguendo il metodo Norvegese e spesso su misura. Tra le borse, must have della prossima stagione, da tenere a mente Ohba, brand giapponese che punta su linee semplici e rigorose e su pellami d’eccezione, e La Portegna – ecologico marchio spagnolo che per la sua linea di borse e travel accessories trae ispirazione dai viaggi esotici e dal look d’antan degli esploratori. E ancora preziose sciarpe, tinte come da tradizione, firmate 19 Andrea’s 47 e gli accessori in edizione limitata della designer londinese Jane Carr. Non può mancare un tocco di profumo con la nuova fragranza Theseus di Lorenzo Villoresi, ricca di suggestioni e memorie. Per un guardaroba completo e rigorosamente personalizzato.

Vai alla pagina principale