A Pitti Uomo due eccellenze artigianali e luxury italiane: Larusmiani e Aldo Lorenzi

A Firenze, un prestigioso angolo della milanese Via Monte Napoleone

A Pitti Uomo 91 il progetto lifestyle che celebra, in anteprima assoluta, l'esclusivo handmade in Italy di Larusmiani e l’unione con il know-how di Aldo Lorenzi, patron della storica insegna milanese che dal 1929 si è distinta per i suoi prodotti ricercati di coltelleria e accessori maschili. Al Piano Attico del Padiglione Centrale, uno speciale “Gentleman’s Trunk” porterà in scena il luxury unico dei prodotti di Larusmiani e di Aldo Lorenzi.

 
Larusmiani dedica uno spazio speciale agli accessori esclusivi di Aldo Lorenzi, già presenti all'interno della storica boutique milanese di Via Monte Napoleone 7. Dai coltelli, all’oggettistica per scrivania, agli articoli da fumo e da toilette, agli strumenti per la rasatura: ogni pezzo è realizzato a mano da maestri artigiani con un’accurata selezione di materiali naturali, perfetta sintesi di estetica e funzionalità, che ben si unisce all’arte sartoriale e alla cura estrema dei dettagli dei capi Larusmiani, eccellenza e artigianalità pura del “vero fatto a mano”.
 
Larusmiani, nata nel 1922 dal talento del sarto Guglielmo Miani, è il luxury brand di abbigliamento e sartoria più antico di Via Monte Napoleone. Logo inconfondibile cucito su ogni capo Larusmiani, è il gabbiano, dal latino Larus. Negli anni ‘50 oltre alla sartoria, viene avviato il commercio di tessuti: Miani è il primo ad importare in Italia la vicuña, la fibra più preziosa al mondo. Negli anni 60 il figlio Riccardo Miani sviluppa la divisione tessuti Larusmiani. La Concept Boutique, aperta nel 1954 e rinnovata recentemente dal celebre architetto David Collins, è la vetrina di un mondo di ricerca costante, dove la qualità assoluta e la cura dei dettagli incontrano la maestria del fatto a mano, grazie all’esperienza dei 40 maestri sarti e ad una storia di più di 90 anni.
 
Aldo Lorenzi nasce nel 1935, secondogenito di una famiglia di arrotini, partiti dalle montagne trentine verso Milano. Pochi anni prima della sua nascita, nel 1929, la coltelleria G. Lorenzi apre al numero 9 di via Monte Napoleone. Terminati gli studi si dedica alla bottega di famiglia. Tra gli anni ‘60 e ‘80, l’attività si amplia e raggiunge il culmine dell’eccellenza grazie a un vasto assortimento di coltelli, articoli per fumatori e strumenti per la rasatura, lavorati artigianalmente con materiali naturali come legno, pelle, rame, corno e ottone. Nel 2014 Aldo, amministratore unico della G. Lorenzi, decide di chiudere l’attività commerciale per dedicarsi insieme alla moglie Edda alla catalogazione della loro collezione di utensili taglienti.