Il padiglione Centrale

Menswear evolution

all’insegna di un contemporary classic reinterpretato in chiave design

Cuore del salone, il Padiglione Centrale si alimenta delle evoluzioni del menswear e delle sue contaminazioni design. Con una trasversalità dell’offerta potenziata anche dai nuovi Pop Up Stores, il percorso si sviluppa al Piano Inferiore con collezioni che rileggono la ricerca sartoriale in chiave contemporary classic, e al Piano Attico, con gli importanti esponenti del nuovo classico e l’altissima qualità del loro prodotto. Un concept che interpreta il guardaroba maschile in modo iper raffinato, composito e di alta gamma. 

 

Infine il Piano Terra, che si esprime con le collezioni di brand in un dialogo aperto con gli altri mondi di Pitti Uomo. 
 
Tra i nomi presenti: 
 
Aeronautica Militare - Tra le novità, la capsule dedicata al Reparto Sperimentale Volo e la mini collezione Accademia Aeronautica, due progetti ricchi di storia, passioni ed emozioni. Reparto Sperimentale Volo celebra l’eccellenza di questo reparto, responsabile delle prove in volo e a terra di tutti gli aeromobili e dei materiali di volo. Una esclusiva proposta di felpe, polo, giubbotti e pantaloni total black dove l’unico colore presente è il simbolo araldico del reparto, l’Icaro alato color argento con 3 stelle su sfondo nero.
 
AirDP Style - Il concept brand che vede tra i fondatori Alex Del Piero, torna a Pitti Uomo con i suoi occhiali e la prima collezione di sneakers camaleontiche in materiale plastico, trasparente, colorato e traspirante. Nasce AirDP by iShu+ (Intelligent Shoes Hidro-repellent Unit). Sneakers in materiale high-tech coperto da brevetto, trasparente, traspirante, antiallergico e flessibile; valvola unidirezionale nel tacco - fulcro del circuito di traspirazione tra suola e tomaia - tomaia traforata e profumata.
 
Alberto Guardiani - Heritage è la nuova stringata della FW17: un modello attinto dagli archivi della maison e poi destrutturato e ricostruito, secondo i canoni estetici e funzionali contemporanei. Ne scaturisce una derby affusolata con allacciatura sneaker, in vitello bottalato e spoiler rosso granato, con suola in gomma super leggera. Il deciso appeal unito a lavorazioni artigianali come le cuciture a mano la rendono un archetipo di allacciata 3.0.
 
Allegri - Coniugare eleganza e funzionalità, protezione e comfort metropolitano. Un concetto di design in cui raffinatezza e pulizia delle forme si fondono a tessuti altamente performanti. Il nylon stretch di origine active viene utilizzato per l’impermeabile dall’interno reversibile in fresco di lana accoppiato a membrana. La gabardine di poliestere con membrana tecnica dà vita a raincoat e peacoat sartoriali. Focus sull’utilizzo di pesi leggeri per le imbottiture Thermore®, isolanti senza ingombro.
 
Altea L’AI 17/18 interpreta un tailoring classico dall’approccio ultramoderno. Protagonista la maglieria che sfoggia da armature pettinate e cardate a smacchinature laboriose. Due le nuove linee del brand, Copper e “On duty in comfort”. Duty come business, con il vantaggio di essere comodi: in comfort. Una nuova idea di abito maschile, che può essere abbinato e coordinato, oppure spezzato. Fitting easy, calore sartoriale, la capsule è realizzata in tessuti jersey, stretch o bistretch.
 
Angelo Nardelli - Connemara è una giacca iper light costruita su una base materica idrorepellente e antimacchia, per resistere ad ogni guizzo climatico. E’ dotata di dettagli unici per accogliere i complementi fondamentali del viaggio: biglietti, mappe, taccuini e non manca la tasca che contiene un cappello antipioggia. È dotata di una speciale bag per riporla in valigia. Non manca l’indispensabile capo dedicato alla stagione più fredda: il cappotto, in lana elasticizzata con gli interni personalizzati.
 
Annapurna - Le più prestigiose località sciistiche fanno da sfondo alla nuova collezione invernale. Un viaggio e una valigia che contiene tutto quello che si può desiderare al freddo: capi iconici come la giacca tecnica da pista, il peacoat, il montgomery, la camicia e il dolcevita. Pezzi caldi, soffici e confortevoli.
Si strizza l'occhio agli anni 80, con maglie che diventano una fantasia di punti e pennellate di colori, si popolano di animali "delle nevi" e ridisegnano i profili delle vette.
 
BaguttaNovità in casa Bagutta, dal servizio su misura alle diverse label declinate per ciascuna occasione d'uso, dalla " BAGUTTA first dressing choice" dove la tradizione sartoriale incontra la massima espressione del lusso, alla " BAGUTTA Milano" che rispecchia l'eleganza dei grandi classici, passando per la "BAGUTTA the shirt" che propone camicie dai lavaggi e trattamenti all'avanguardia a "BAGUTTA contemporary" pura sperimentazione e ricerca di forme e di tessuti.
 
Baldinini Scarpe come accessori di stile, dalla oxford stringata al mocassino e alla sneaker.
Domina il colore nero, protagonista assoluto accanto a toni scuri. Materiali nobili e solidi, fondi in cuoio e in gomma con cuciture a contrasto. Pellami scamosciati, cerati, verniciati e abrasivati per un tocco inaspettato. Le sneakers vestono velluti e tecno tessuti, mentre il camouflage in versione forestal diventa fil rouge.
 
Berwich Mischie di lana e cotone dall'effetto vintage ricordano le storiche forniture dei corpi militari, il Principe di Galles di cotone dalla mano ritorta rievoca le tessiture di un tempo, cosi come le strutture del broken twill, in tinto capo. I fit diventano più fluidi su bacino e coscia, rifacendosi al concetto di vestibilità tipica del Gentleman, che non ama indossare capi aderenti. Dal clochard fit, con ventre piatto e gamba carrot, allo spirit fit, oversized o a vita alta.
 
Borsalino – Focus sul modello Diamante bicolore e sul Borsalino in feltro Beaver con tesa piatta e cinta in seta frotté. Il nastro, dettaglio cult, è in coccodrillo, pelle, lana, seta, velluto effetto camouflage o canneté. Baschi, berretti e baseball-cap sono proposti anche in 100% cachemire rivestito con una speciale membrana antivento e antipioggia. Per la capsule Borsalino by Nick Fouquet il designer californiano si è ispirato all’iconico film del 1970 Borsalino, protagonisti Alain Delon e Jean Paul Belmondo.
 
CividiniGiochi interno ed esterno, alla scoperta di di una doppia anima per il capospalla o il capo knitwear. La giacca-cardigan verde, edera dalla foggia militare, esibisce all’interno un grigio flanella metropolitano. La giacca a vento esternamente è di poliestere verde militare ma l’interno in cashmere e lana a grandi campiture si accende di azzurro. Il girocollo, in lana finissima fuori, sulla pelle è in cotone crepe.
 
Doucal's - Brand di calzature dallo spirito artigianale e allure contemporanea, nato nel 1973, Doucal’s realizza scarpe dal perfetto look British ma dalla confortevole calzata italiana. In occasione di Pitti Uomo 91, Doucal's realizzerà per i propri clienti e la stampa, uno speciale portachiavi a forma di scarpa, realizzato in pelle e customizzato direttamente allo stand da un'artista.
 
Eden ParkUna collezione di pezzi ultra caldi e ad altissimo tasso di comfort, con un twist tipicamente francese nascosto nei dettagli. Diverse declinazioni del tema sport creano altrettante capsule, tra cui una più tradizionale, legata ai codici della maison, e una dal mood  “modern college” con silhouette clean e un’ottica contemporary classic. La linea Club invece fonde materiali eccellenti con i modelli essenziali dell’outfit da rugby e un tocco esclusivo, mantenendo l’obiettivo di un comfort totale.
 
EtonUn’odissea in stile nordico, dove i paesaggi del Nord influenzano anche la palette. La tradizione del British tailoring incontra l’artigianalità svedese nell’esplorare un mondo di pattern e texture. Print di origine scandinava, paisley in versione large e macropois si stagliano accanto a modelli proiettati al futuro in indigo denim con doppia zip.
 
GalloNasce Coccogallo, una calza mai vista prima, creata con lavorazioni d’atelier: Galloriproduce su maglia la texture preziosa della pelle di coccodrillo.  Le calze sono realizzate in finissimo Filo di Scozia dal sorprendente effetto trompe l’oeil, ottenuto grazie a telai degli anni Trenta. La palette cromatica è intensa e brillante: bordeaux, ocra, verde e cioccolato, nuance che parlano di natura selvaggia.
 
Ghurka - Per i pezzi più classici, colori e materiali di ispirazione militare contemporaneo con accenti più forti di ispirazione lavoro e outdoor. Nuovi colori autunnali per la pelle e per i twill predominano il whisky e il petrolio. Le righe, un pattern signature, nella nuova combinazione colore verde, nero, e argento su twill khaki. In contrasto alla pelle nero carbone, la riga di stagione  - oro, canna di fucile e argento – è evidente richiamo alle decorazioni militari. 
 
Hanro of SwitzerlandViaggio in Islanda, scenario ideale per le nuove linee biancheria da giorno, pigiameria e abbigliamento lounge. Nobili cotoni con la sottile lucentezza di Jersey e Chambray, ma anche tweed in flanella, misti lana-seta, jacquard, materiali con lavorazioni interne ed esterne, double-face e reversibili. Il crossover è essenziale: le frontiere tra l’abbigliamento formale, un disinvolto casual e l’intimo classico si fondono.Come nella nuova linea Living: pezzi Sleep & Lounge per un uso Night to Day.
 
Harmont & Blaine - Una collezione che si contraddistingue per capi sempre più stratificati (interni staccabili e parti antivento e anti acqua) per rispondere alle esigenze del clima: si alleggeriscono i pesi (grazie a performance ottenute da strutture moderne), mantenendo inalterati comfort e calore. Tema dominante, le strutture 3D che impreziosiscono e muovono le superfici. Dettagli come l’applicazione del pattern paisley e di catarifrangenti sono tratti distintivi della collezione, che si ritrovano anche nelle calzature.
 
HernoUltrasonic Thermal Fusion è la nuova tecnica di lavorazione dei piumini Herno. Come all’interno di un vulcano, le forme e le masse si fondono grazie al calore diventando elastiche, informi e plasmabili. Herno Magma nasce da un processo di vulcanizzazione mediante il quale si accostano, si fondono e si rinforzano le linee contemporanee del tessuto. Due i modelli: un bomber e un parka, realizzati in tessuto tecnico “mano gesso” con trattamento anti-goccia e imbottitura in piuma d’oca iperlight.
 
L.B.M. 1911 - Un lusso più ricercato ed una originale rivisitazione degli anni ’70 si incontrano e si contaminano in una proposta duttile e versatile, perfetta in qualsiasi occasione. Assoluta sperimentazione negli accostamenti: per esaltare la matericità dei tessuti la maison ha giocato con i fili e le fibre naturali di diverse dimensioni, per ottenere effetti mélange, bottonati, tessuti mossi e superfici vibranti, texture sperimentali, con contrasti evidenti o appena accennati. Madras, Galles, overcheck, damier.
 
Lardini - La parola d’ordine è “soft sartorial”. Silhouette facili ma precise e materiali confortevoli come cashmere, cashmere-seta e yak danno un aspetto di libertà a una collezione ricca di blazer destrutturati, ampi cappotti, abiti tre pezzi, giubbotti, giacche camicia. Fantasie British si orchestrano l’una con l’altra fino a diventare il link dei diversi accostamenti. Elementi chiave i capospalla: la giacca - monopetto, doppiopetto, a camicia, con revers a specchio e sciallati – e il cappotto che si fa più lungo, al ginocchio o sotto al ginocchio.
 
Larusmiani - Un progetto lifestyle che celebra, in anteprima, l'esclusivo handmade in Italy di Larusmiani e l’unione con il know-how di Aldo Lorenzi, patron della storica insegna milanese che dal 1929 si è distinta per i suoi prodotti ricercati di coltelleria e accessori maschili. Al Piano Attico, uno speciale “Gentleman’s Trunk” porterà in scena il DNA luxury dei prodotti di Larusmiani e di Aldo Lorenzi.
 
Mandarina Duck - La linea YOU, reinterpretata in chiave moderna, è ispirata al passato, ai materiali gommosi e alle forme minimali, che rendevano la serie degli anni ’90 “Tank” unica nel suo genere. Le linee morbide e sinuose di YOU sono date dalla diversità dei materiali che la compongono: il corpo della borsa è formato da un interno in canvas, che si va ad unire su entrambi i lati a parti in gomma caratterizzate da una lavorazione originale.
 
Manuel Ritz - Lo stile active viene stemperato da materie morbide e tattili, su pezzi ibridi dove il formale e il tempo libero convivono, come i pantaloni jogging reinterpretati in chiave sartoriale e realizzati in jersey e lana, con rivette e dettagli colorati. L’abito in jersey è proposto sia per la sera che per il giorno e realizzato in tinta unita o micro texture geometriche. A celebrare questa dimensione del vestire la giacca Nuvola; completamente decostruita e realizzata in lane leggere come lana e alpaca, lana pettinata, misto lana e cotone, per un comfort e vestibilità eterei.
 
Massimo Alba - Massimo Alba  inizia come designer e direttore creativo per importanti realtà del settore moda. Negli anni Ottanta crea i brand Ever Clean e 97 rue des Mimosas. Come direttore creativo di Malo, fino al 1999, sviluppa un nuovo concept di marca e prodotto. Negli anni successivi definisce una nuova identità per Piombo, Agnona e Ballantyne. Nel 2006 lancia il suo marchio: i capi si distinguono per le finiture sartoriali, le linee e i materiali morbidi e la ricerca di pigmenti naturali.
 
MooRER Un’elegante armonia di contrasti per cappotti in lana fantasia imbottiti in piuma e arricchiti da pettorine con colli in castorino. La parte luxury in pelle e montone si amplia con proposte come il parka con gilet staccabile in shearling. Nuovi i capi ibridi che abbinano la funzionalità dei pezzi tecnici allo stile urbano. Nasce così un gruppo di nuovi parka in bi-materiale tecnico e stretch e con imbottitura doppia. Novità assoluta è il nuovissimo trattamento al Plasma.
 
New England - La camicia dà vita alla novità della collezione, la giacca overshirt. Camicie che diventano capispalla imbottiti e leggeri, unici nel comfort. Il peso leggero della camicia si unisce al caldo della lana in un prodotto da sovrapporre alla t-shirt o alla maglia sottile. Un giacca da piegare come una camicia e mettere in valigia senza il pensiero che si stropicci.
 
Paltò - Paltò si propone come la Fabbrica del Cappotto Made in Italy. Paltò si è ispirato da subito ai miti del cinema italiano ed internazionale, e non poteva essere che per l’icona della nostra cinematografia la prima dedica in collezione: Marcello Mastroianni. Nel ventennio della sua scomparsa, a lui viene omaggiato “Marcello”, uno dei capi più rappresentativi dell’eleganza italiana. Un cappotto a manica raglan, in volumi ampi e vestibilità loose.
 
Paoloni - Accanto ad abiti dalle vestibilità slim, cappotti mono o doppiopetto in cashmere o lana e alpaca con volumi più ampi e comodi quasi a vestire novelli Mod. Le giacche destrutturate, con rever ampi presentano texture di quadri fusi abbinati a pantaloni in lana stretch, con elastico in vita. Nuove forme, dettagli minimal e linee morbide si accostano a costruzioni più rigorose. Il grigio è protagonista in tutte le sue declinazioni e su ogni capo, così come il bianco e nero su Galles, occhi di pernice, grisaglie che richiamano un’eleganza sofisticata anni 30 e 40.
 
Piquadro Lo zaino porta computer della linea Coleos Bagmotic di Piquadro è la novità del progetto di bag automation. Mix di design e funzionalità è realizzato in pelle abbinata ad un innovativo tessuto tecnico lavorato a maglia, ispirato alle scarpe da running. È in grado di comunicare con lo smartphone grazie ad un powerbank wireless che ne ricarica la batteria per contatto ma anche si connette via bluetooth con l’app Connequ ideata da Piquadro.
 
Pollini - Decade di riferimento gli anni ’40, caratterizzati dallo spirito minimale delle uniformi militari. L’eleganza contemporanea si esprime con forme decise e accostamenti cromatici misurati, giocati sui toni del blu, bordeaux, nero e cuoio, tocchi arancio e carta da zucchero. Lastre termosaldate arricchiscono il nabuk. Micro applicazioni personalizzano le silhouette con punti a mano di fili colorati, borchie rettangolari e nastri di gros-grain. I pellami si uniscono alla gomma, al neoprene elasticizzato, ai nylon lisci e stampati.
 
Pringle of Scotland - Per la seconda stagione consecutiva il brand britannico sceglie Firenze e Pitti Uomo come palcoscenico per presentare la nuova collezione. In scena, una proposta incentrata sul core business del brand, la produzione di capi di maglieria. Sotto la guida di Massimo Nicosia, Direttore Creativo Uomo, sono state eseguite nuove lavorazioni a livello di texture e rivisitazioni della fantasia argyle tipica del brand.
 
PT Pantaloni TorinoSi ispira all’”Attimo Fuggente” di Peter Weir la nuova collezione. Poets Society è la parte che rompe le regole della tradizione. I modelli si presentano con tessuti in flanella o tinto pezza, colori pieni nei toni cammello, bordeaux, verdone e bleu. L’arricchimento di un bottone color oro invecchiato, che ricorda l’anello con cui i poeti timbravano la ceralacca, caratterizza il pantalone con o senza piping sulle tasche posteriori che ricorda le fodere interne.
 
Replay - Un ritorno alle radici più profonde del brand espresso attraverso anime ribelli ed eroi contemporanei. Contaminazione di stili: influssi biker, tendenze military e richiami al mondo college si fondono. Parka, bomber e chiodi vengono declinati in camo print e mixati a felpe college, camicie e giacche denim o ispirazione military. Tra i capi iconici il trench militare con toppe, il chiodo biker camouflage, la giacca in pelle in versione bomber.
 
Roy Roger’s - Il gruppo Sevenbell presenta in anteprima a Pitti Immagine Uomo il nuovo progetto Roy Roger’s + Liverano & Liverano sartoria Firenze. Due storiche aziende confrontano i loro codici creativi per realizzare il primo jeans sartoriale made in Florence, con dettagli ricercati provenienti dal fatto a mano.
Il nuovo jeans fonde la tradizione sartoriale di Antonio Liverano a quella di Roy Roger’s, direttore creativo Guido Biondi.
 
Save the Duck - Christopher Raeburn crea la prima luxury capsule per Save the Duck. Recycle è un progetto uomo caratterizzato dalla trasformazione, dall’adattamento, dal riciclo e dalla tecnologia. Sovrapposizioni di capi, termosaldature e tessuti performanti riciclati, come l’imbottitura plumtech che sostituisce la piuma all’interno dei capi. Il military recycle di Raeburn diventa mimetismo e viaggio, il patchwork nelle varie declinazioni camouflage crea il piumino-non piumino, senza fibre di origine animale.
 
Schneiders Salzburg Prosegue la ricerca nella proposta di variazioni contemporanee del Loden per eccellenza. Nasce così "Print-Loden". La nuova versione short del classico cappotto con spalle a giro, piegone sulla schiena e polsiere è declinata in una morbida e vaporosa varietà di loden, dalle proprietà stretch, dove spicca la stampa macro pied-de-poule blu petrolio e rosso burgundy.
 
Sealup - Nasce Sealup “PIUMA”! Sealup è in realtà il più grande produttore italiano di piuma d’oca Made in Italy. Importanti gruppi del lusso mondiali affidano a Sealup la loro produzione. Un lungo studio ha preceduto il lancio di una linea di piuma d’oca Sealup. Occorreva un tessuto leggerissimo, impermeabile, traspirante, con una gamma colori sofisticata e ultra affidabile nella tenuta della piuma.
 
Serapian Serapian lancia la capsule collection ispirata agli anni ’70. Quattordici è la nuova leisure bag realizzata in edizione limitata e numerata, declinata in tre dimensioni abbinate ad una washbag ton sur ton.
I materiali scelti: vitello stampa cocco opaco, un tessuto jacquard nelle tonalità del verde avocado dell’ampio archivio del brand e in stepan, materiale resistente e impermeabile emblema della maison.
 
SivigliaPer L’AI 2017-18 i pantaloni tinti in capo saranno caratterizzati da molte armature doppie ritorte e mani compatte ma sempre all'insegna della vestibilità. I jacquard scelgono disegni geometrici impercettibili come rombi, righe, pied de poule, mini loghi. Micro fantasie stampate tramano il tessuto pronto per tinta e i tinti filo da tingere e trattare a capo finito. Cotoni e lane con mani calde e soffici dai colori leggeri e micro fantasie che richiamano lo stile della cravatteria. Tre le capsule: Heritage, Clou e White.
 
Sutor Mantellassi – L’ispirazione guarda al design della Casa del Sole che Carlo Mollino progettò a Cervinia negli anni ‘50. Punto di ritrovo per aristocratici e imprenditori, la Cervinia degli anni ‘50 e ‘60 è stata protagonista della Dolce Vita. Una collezione-omaggio a quell’epoca e alle Alpi, dove la palette colori spazia dalle tonalità del legno ai grigi delle rocce. Focus sulla pedula da montagna rivisitata per la città, i mocassini con nappine in exotics e le calzature realizzate in tre materiali: pelle tinta a mano, pelle martellata e suede.
 
Tardia - Una collezione caratterizzata dal non-colore. I neutri e gli scuri naturali ispirati dalle tale-sacco e dalle plastiche bruciate di Alberto Burri condizionano i capospalla e la maglieria dall’effetto ricamato e recuperato. La lana è protagonista su cappotti e giacconi dall’aspetto unito, disegnato, armaturato. A volte assemblata ai materiali tecnici con effetti tono su tono, che ricordano i contrasti materici dell’artista. Il velluto liscio compare nelle finiture, nelle allacciature e nelle giacche effetto vestaglia.
 
The BridgeLo zaino è il prodotto icona del brand toscano. Ideale per i giovani professionisti o per gli hipster più ostinati in sella alle loro bici. Perfetto per trasportare Ipad o Macbook ma anche per contenere occhiali da sole, taccuino, cuffie. Le forme morbide e stondate e le doppie zip lo trasformano in un accessorio moderno come le fodere e imbottiture interne colorate. La patta esterna regala un sapore “vintage”.
 
Tommy Hilfiger - Per la prima volta Tommy Hilfiger presenterà in un unico spazio a Pitti Uomo un’attenta selezione delle collezioni Hilfiger Edition, Tommy Hilfiger Tailored e Tommy Hilfiger. Tra i temi forti della collezione, stampe, fantasie e dettagli: rivisitazione dei motivi a righe e dello stile universitario, il tartan, il blazer con motivo a spina di pesce come pezzo must-have e i tessuti impermeabili nella linea più tecnica.
 
Tateossian London - Tateossian London presenta al Padiglione Centrale la sua unica collezione di gemelli e accessori maschili e femminili. Nuovo must have, i talismani porte-bonheur della linea Stonehenge Silver Beads e la raffinatissima linea di gioielli realizzati con pietra lunare.
 
Thomas Mason - Dalle Highlands scozzesi l’eleganza si fa creativa. Segno distintivo dei clan scozzesi, i tartan più pregiati danno vita a cravatte ricercate in un tessuto speciale 100% cotone - anche in versione agugliata - declinate su base grigia, verde o blu. Lana e cashmere premium per la maglieria: gilet dalle raffinate lavorazioni jacquard, maglie girocollo e cardigan a coste dall’effetto di falsa riga. Non manca la caldissima giacca in maglia nei toni del militare, del grigio e del blu.
 

Z Zegna - Z Zegna sceglie Pitti Uomo come piattaforma per il lancio worldwide del suo nuovo progetto lifestyle. Una delle più importanti aziende del made in Italy nel mondo, Zegna torna a Pitti Uomo per l’anteprima ufficiale della collezione sport Z Zegna disegnata da Alessandro Sartori, nuovo direttore creativo. Tema della stagione "Fashion meets Activewear”, con un focus particolare sulla proposta in Techmerino.