FUTURO MASCHILE

Il concept lab del contemporary menswear si amplia e va in scena
alla Sala delle Nazioni e all’Arena Strozzi

Futuro Maschile è da sempre una delle sezioni che definiscono il percorso della ricerca a Pitti Uomo, il concept lab sulle più evolute espressioni del contemporary-classic, Da questa edizione Futuro Maschile cresce in termini di superficie espositiva e numero dei brand, e alla storica location della Sala delle Nazioni aggiunge l’Arena Strozzi, spazio dedicato ad accogliere collezioni ultra-selezionate dall’anima sportswear di ricerca. Il risultato è una proposta stilistica sofisticata e sempre più aperta al nuovo.

Bonastre
Basato a Parigi, il brand di luxury bags e accessori in pelle a tintura vegetale porta avanti un concept di eleganza minimal, dove la bellezza di ogni oggetto emana dalla sua lavorazione unica e dalla sua resistenza al tempo. I nuovi decor mutuano il processo di incisioni superficiali della pelle praticate da certe tribù nel passaggio all’età adulta.
 
Descente Allterrain
Basata sulla solida premessa che la forma deve seguire la funzione, la collezione nasce per fornire a tutti gli appassionati di vita outdoor le più alte performance in termini di protezione dagli agenti atmosferici e di comfort. Un look made in Japan epurato dagli elementi superflui, dove la performance elevata di tessuti high-tech si combina con tecniche innovative.
 
DoppiaA
Passione, savoir faire e un buon gusto tutto mediterraneo per un’eleganza decontratta, solare e colorata. Un’idea del vestire come gioia ed espressione di sé. Un’eleganza per tutta la famiglia, per tutte le età e le occasioni, che sia all’insegna del piacere del buon vestire e caratterizzata da mano d’opera italiana al 100% e ricerca estenuante nell’individuare e poi selezionare, i tessuti della più alta qualità.
 
DuFa
Originario di Lipsia, il marchio nasce dalla famosa manifattura tedesca Etzold & Popitz. Oggi il brand viene rilanciato con uno sguardo rispettoso alle sue origini e al suo heritage glorioso, in una collezione dove il design fa tesoro della lezione del movimento Bauhaus.
 
Emanuele Bicocchi
Una collezione di gioielli dalle ispirazioni gotiche e bizantine rivisitate in chiave contemporanea. Superfici grezze, artigianalmente ruvide, plasmate a mano nell’argento si mischiano a pulvini e pennacchi sugli anelli. I pezzi più lavorati fanno proprio il concetto di “Horror Vacui” legandosi all’anima glam rock e sfrontata del brand.

ETQ Amsterdam
Progetto di footwear nato nel 2010 ad Amsterdam – dove è disegnato – e realizzato in Portogallo, Etq punta ad esprimere l’essenza del minimalismo nel guardaroba dell’uomo contemporaneo. Design ispirato all’architettura, stile maschile ma timeless, per calzature che eliminano ogni elemento superfluo e insieme curano il dettaglio con precisione maniacale.
 
Fileuse D’Arvor
Le più antiche macchine tessili della Bretagna realizzano ancora oggi come negli anni Venti la tipica maglia alla mariniere indossata dai marinai bretoni. Fileuse D’Arvor perpetua con orgoglio questa tradizione rigorosamente Made in France attraverso lo stile unico dei suoi prodotti e la qualità estrema dei filati che essi impiegano.
 
Kirk Originals
La SS18 collection è una moderna interpretazione di forme eyewear classiche anni 50’ e ’60 ispirate a star del cinema, della musica e icone dello stile maschile, il tutto proveniente dai ricchi archivi dell’azienda. Le montature sono sottilmente oversized e il look distintivo è supportato dalla qualità di un prodotto totalmente Made in England, custodie in pelle incluse.
 
Hunting World
Per la prima volta nei suoi 50 anni di storia, Hunting World presenterà nei giorni di Pitti Uomo una completa collezione ready to wear. Questa nuova collezione dal design fresco e innovativo imprimerà una nuova direzione al luxury brand celebre per la sua speciale linea Battue di borse e accessori.
 
Ibrigu
Un progetto che è frutto della ricerca appassionata di anni di lavoro, ispirato ad un uomo viaggiatore. I capi sono realizzati in modo sartoriale e uno alla volta da laboratori italiani, come nel caso delle giacche che utilizzano antichi kimono giapponesi. Focus sui capospalla, con una proposta di capi in pelle dai disegni  a laser con finiture dipinte a mano.
 
Ikiji
Tema della collezione SS18 è “Wave”, un motivo che profuma di libertà e avventura rievocando l’antica tradizione giapponese di cercare un futuro luminoso solcando l’oceano. Una proposta completa di maglieria, t-shirt, maglie jacquard, giacche che riportano print di onde, il tutto di fattura interamente artigianale.
 
Jas MB London
David Beckham, Jude Law, Elle Macpherson e Sienna Miller sono solo alcune delle celebrity che hanno eletto le borse di questo brand londinese a status symbol. Pellami luxury italiani lavorati hand made nobilitano la nuova collezione di borse, accessori e valigie dal design minimale.
 
John Sterner
Alexander Stutterheim, creatore dell’iconico brand svedese di raincoat, ha di recente inaugurato questa nuova collezione knitwear dalla filosofia slow fashion e dall’estetica high-end. Il primo passo è stato una linea di maglioni fisherman’s custom made: un inno alle caratteristiche di essenzialità, artigianalità, minimalismo, durevolezza.
 
Linda Farrow
Costante nelle collezioni eyewear di Linda Farrow, anche LF Man presenta una scelta inattesa di materiali e colori. Occhiali che raccontano una storia come la serie di Polaroid/ritratti maschili con cui sono stati lanciati, e svelano la propria anima eclettica e lussuosa tra lenti declinate in oro 24k, oro rosa e platino accostate ad acetati color giada, marmo e quarzo.
 
Mey story
Una storia da raccontare: una storia di famiglia, di tradizione e di passione. Fin dal 1928 l’azienda tedesca è impegnata a produrre i migliori filati per la propria collezione di maglieria, interpretando attentamente tutte le fasi della filiera in una logica eco-friendly. Il focus della nuova collezione è la t-shirt bianca realizzata nei materiali più fini e handmade: il basic diventa espressione di lusso.
 
Nine: inthe: morning
Sartorialità è la bellezza di pantaloni colti, portavoce di una cultura del tessuto e delle lavorazioni che si percepisce anche solo guardandoli. Ogni pantalone, ogni capo, ogni “Nine" scaturisce dal dialogo tra passato, tempo che arricchisce l’uomo di un prezioso saper fare, e futuro, il tempo che per definizione ci invita a saper guardare oltre.
 
Pence 1979
Fondata nel 1979, Pence è stata rilanciata dai figli del fondatore nel 2010. Le collezioni uomo e donna sono focalizzate su pantaloni e jeans, con due capsule: sartoriale contemporaneo e denim capsule. Un prodotto caratterizzato da un’estrema attenzione ai dettagli e da lavorazioni fatte a mano.
 
Pezzol 1951
Il progetto ruota intorno alla tecnologia dell’iniezione diretta della suola alla tomaia, una costruzione ad elevato contenuto tecnologico e senza l’ausilio di collanti, che permette di saldare termicamente la suola in poliuretano alla tomaia, per prodotti leggeri e flessibili. Collezioni urban dedicate all’uomo contemporaneo che apprezza lo stile crossover.
 
Roberto Collina
Tanto più lineare è lo stile quanto più è sofisticata la lavorazione delle trame. Destinato a un retail di fascia alta, il brand si distingue per la selezione di materiali di pregio e l'impiego di fibre nobili - dal mohair al cashmere, dall'alpaca all'angora, dal cammello ai merinos super light, dalla seta all’ice cotton – nel rispetto delle proprie origini artigianali e dei trend di settore. 
 
Solovière
Ricerca di evasione, sobrietà, armonia. Forme semplici evidenziate da materiali naturali, lavorati a mano per accompagnare i passi del globetrotter. Slippers, sandali da città, babbucce da interni ed esterni esibiscono una silhouette allungata, declinati in colori vibranti. Impatto grafico iper moderno che dialoga con antiche tradizioni.
 
The Gigi
E’ il brand che Pierluigi “Gigi” e Mario Boglioli hanno lanciato dopo la cessione delle quote dell’azienda che porta il loro nome. E’ il 1999 quando Gigi immagina un capo unico e personale realizzato utilizzando tecniche di lavaggio e tintura dal risultato sorprendente: la giacca “tinta in capo”. The Gigi si pone come il nuovo progetto menswear capace cogliere le esigenze dei tempi che cambiano.