La Cina chiama, Pitti Uomo risponde: Guest Nation China fa il pieno in Fortezza

La creatività e il fashion design cinese conquistano la platea di Pitti Uomo 96 e registrano numeri da record. Guest Nation China, protagonista a questa edizione di Pitti Uomo nella suggestiva location delle Grotte, ha permesso a buyer e stampa internazionale di osservare da vicino le potenzialità creative e la ricerca moda che nascono all'ombra della Grande Muraglia.

Con una media di oltre 3mila visitatori al giorno, la vetrina di Guest Nation China ha suscitato un interesse globale, presentando le collezioni di 10 designer selezionati dalla piattaforma cinese Labelhood assieme a V/Collective: 8ON8, Danshan, Ffixxed Studios, Percy Lau, Private Policy, Pronounce, Samuel Guì Yang, Staffonly, The Flocks, Untitlab.

«Questo progetto ha dimostrato che sui mercati europei e internazionali non solo c’è molto spazio, ma anche una grande attenzione per i designer cinesi, e che si possono aprire scenari interessanti e ricchi di opportunità» ha commentato Vito Plantamura, founder dell’agenzia V/Collective che si è occupata dell’organizzazione del progetto, insieme a Labelhood, incubatore fashion di talenti emergenti.

«Ringraziamo Pitti Immagine per questo primo “abbraccio” ai nostri designer cinesi» ha aggiunto Tasha Liu, Co-founder di Labelhood. «Il grande interesse che hanno suscitato le loro collezioni ci fa capire che, dopo il boom del womenswear cinese, anche i designer che si occupano di moda maschile sono capaci di intercettare le tendenze del mercato globale».

«La voce dei designer cinesi è sempre più forte e originale nel panorama globale della sperimentazione fashion» ha detto Lapo Cianchi, segretario generale della Fondazione Pitti Immagine Discovery e direttore eventi speciali di Pitti Immagine. «Siamo orgogliosi di aver allargato lo sguardo di Pitti Uomo anche a questo Paese che sta crescendo molto in termini di creatività e che ha dimostrato di saper essere innovativo e aperto alle contaminazioni. E‘ nostra intenzione continuare a prolungare l‘esperienza di Guest Nation China, creando altre opportunità di presentazione dei designer cinesi all‘interno del salone».

Il progetto ha visto l’importante supporto di TMALL, leader in Cina per lo shopping online di moda premium - con oltre 650 milioni di utenti attivi, parte di Alibaba Group. Attraverso la sua piattaforma sono stati selezionati tre brand - Fairwhale, GXG e Huili – che in occasione di Guest Nation China hanno realizzato altrettante capsule collection vendute in real time sull'ecommerce di TMALL.

La nostra presenza a Pitti Uomo è stata duplice: da un lato, Alibaba Group e Tmall sono già partner di fiducia di molti marchi italiani e internazionali nel settore della moda e del lusso, consentendo loro di interagire con i consumatori cinesi. Dall’altro cerchiamo sempre di individuare e lanciare nuove tendenze e talenti che stanno diventando rilevanti nel settore moda in tutto il mondo, in questo caso dalla Cina. Per noi è stato quindi un onore collaborare come partner strategico della Fondazione Pitti Immagine Discovery per l'iniziativa Guest Nation China ed essere presenti a Pitti Uomo. Qui, tra le varie attività e iniziative, e svolgendo il ruolo di ponte tra Oriente e Occidente, abbiamo portato una selezione di stilisti cinesi emergenti che hanno avuto l'opportunità di mostrare le loro creazioni su questo palcoscenico esclusivo" ha commentato Christina Fontana, Direttore Europa Fashion & Luxury, Alibaba Group.

Per raccontare nel migliore dei modi il panorama fashion cinese sul fronte dello scenario offline del mercato, è stato significativo il supporto di Florentia Village, brand leader in Cina nel settore outlet dedicati al lusso.

Gli esclusivi kit da viaggio che sono stati co-creati con i designer, insieme al fashion video realizzato, che ha mostrato la cultura giovanile della Cina, hanno contribuito a creare attenzione su questo progetto creativo da parte di milioni di fan e clienti fedeli, attraverso la piattaforma omnichannel di Florentia Village che include sei strategici shopping mall in Cina.

"Florentia Village è stata onorata di far parte di Guest Nation China e di essere stata presente a Pitti Uomo. Dall'apertura del primo Florentia Village in Cina nel 2011, ci siamo impegnati in programmi che supportassero la crescita di giovani talenti e siamo entusiasti di condividere questa esperienza nella nostra città natale Firenze
" ha aggiunto Maurizio Lupi, Managing Director di Florentia Village e RDM Asia.

Anche il famoso marchio Shi Xian Tai Bai è stato coinvolto nel progetto, un rinomato baijiu con 100 anni di storia con cui è stato allestito un bar con un menu completamente dedicato all'incontro tra cultura cinese e italiana, così come la compagnia aerea Neos, che ha supportato i voli dei designer cinesi. Mentre la piattaforma Hong Mian ha descritto e rappresentato l’attuale sviluppo del mondo menswear nel sud della Cina.

La 96esima edizione di Pitti Uomo ha ospitato una serie di eventi speciali con protagonisti contenuti della cultura cinese. Uno degli highlights del progetto GUEST NATION di quest'anno è stato PRONOUNCE (brand fondato da Li Yushan e Zhou Jun), che ha collaborato con CONVERSE per presentare il suo SS 2020 Fashion Show, che ha catturato con successo l’attenzione e gli apprezzamenti di molti media e buyer internazionali. PRONOUNCE ha presentato una serie di proposte di design astratte per Converse Jack Purcell - materie prime funzionali come il film plastico e la tomaia in mesh sono state utilizzate per mostrare la crudezza di un’estetica alla "appena uscito dalla miniera", da un processo di scavo. Pur mantenendo il DNA del marchio, il design presentava elementi metallici multistrato che rendevano omaggio all'abilità del lavoratore nello scavare manufatti high-tech. Inoltre, Leslie Zhang, uno dei fotografi di moda cinesi di maggior successo, ha collaborato con il famoso curatore di moda cinese Dan Choi, nella presentazione di una mostra fotografica realizzata appositamente per l'evento.