Château-Vacant: conosciamo i grafici di It's Graphics Now! The Words of the Future

La visione grafica “Serendipity” di Château-Vacant

Uno studio di grafica con sede a Montreal, agenzia e collettivo artistico allo stesso tempo. Un progetto giovane in continua evoluzione che unisce il talento di Yannick Calvez, (27 anni, diplomato alla National School of Applied Arts Olivier de Serres di Parigi), Baptiste Alchourroun e Lémuel Malicoutis (26 e 25 anni, diplomati entrambi alla National School of Decorative Arts di Strasburgo). Uno slow-graphic design, dove il fatto a mano, con ispirazione dalla vita quotidiana per colori, materiali e argomenti, prevale sull’uso del digitale. Tra i loro clienti magazine, etichette discografiche e aziende di abbigliamento.
Il loro è un percorso lavorativo definito “nomade” – Yannick Baptiste e Lémuel hanno infatti lavorato tra Santiago del Chile, San Diego e, oggi, Montreal - ma che si basa sul concetto unificante di “serendipità” / “Serendipity”: la sensazione di sorpresa quando si scopre qualcosa di imprevisto e non cercato. E proprio questa è la parola scelta dallo studio per rappresentare l’iconica veste grafica dei saloni invernali made in Pitti.

Vai alla pagina principale