Pitti Immagine lancia il progetto TUTORSHIP

Un nuovo team dell’azienda si occuperà a tempo pieno di accompagnare i giovani fashion designer nel loro percorso di crescita

A partire dai primi di gennaio 2016 Pitti Immagine amplia il suo campo d’azione e investe ancora più concretamente sulla funzione di promotore dei giovani talenti della moda contemporanea, costituendo una nuova Direzione di Tutorship, un team dedicato esclusivamente ad aiutare, accompagnare e sostenere i designer nel loro percorso imprenditoriale e professionale. 

 
La promozione e la valorizzazione dei nuovi designer e brand di moda – dice Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine - si è affermata da alcuni anni come un elemento imprescindibile per qualsiasi grande evento di moda di livello internazionale, una fondamentale leva competitiva. Pensando a Pitti Uomo, consolidare il rapporto con le nuove generazioni, lavorare più in profondità e in ottica di medio-lungo periodo significa per noi arricchire il ruolo della manifestazione come piattaforma internazionale del lifestyle maschile, con particolare riferimento alla moda di ricerca”.  
 
Il team, guidato da un professionista del settore, Riccardo Vannetti, si occuperà anzitutto di brand development: ricerca di partner produttivi, di rappresentanza e di distribuzione; affiancamento nel concept delle collezioni; consulenza per le strategie commerciali e promozionali, così come di immagine e di comunicazione etc. Ma il supporto ai fashion designer si estenderà anche all’aspetto professionale della loro carriera, cioè nella ricerca di consulenze stilistiche e collaborazioni di qualità, con aziende e brand già strutturati. 
 
A volte parlare di giovani sembra solo un pretesto per comunicare – continua Raffaello Napoleone, amministratore delegato della società – senza veri investimenti. Pitti Immagine può inserire credibilmente questa attività all’interno di una missione, di uno spirito di servizio al sistema, che da oltre sessant’anni mira alla promozione del Made in Italy nel mondo, alla scoperta via via di nuove aziende e nuovi talenti, sempre in un’ottica di selezione e curatela. Alla luce però di che cosa significa oggi promuovere identità e valori nazionali in un mondo della moda pienamente globalizzato, aperto alle reciproche influenze culturali, connesso in tempo reale. Perciò il lavoro di tutorship si svolgerà senza confini, concentrandosi inizialmente – ma non esclusivamente - su quella comunità di giovani fashion designers che si è formata intorno ai nostri progetti come Who’s On Next Uomo, Pitti Italics, Fashion Buzz, Guest Nation o alle stesse sezioni di Pitti Uomo dedicate ai debutti e ai brand emergenti”.

 

Riccardo Vannetti 

Nato in Toscana e cresciuto a Firenze, Riccardo Vannetti si è laureato in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Siena con una specializzazione in Storia dell’Architettura Contemporanea. Giornalista freelance per importanti testate di moda come L’Uomo Vogue, MF Fashion e L’Officiel Hommes, ha ricoperto incarichi manageriali a livello internazionale fino all’approdo in Lagente, struttura basata a Milano che si occupa della gestione di fashion designer e profili creativi nonché di advising strategico per le aziende e i personal brand. Ha guidato l'azienda milanese ricoprendo il ruolo di Chief Operating Officer prima e di Executive Vice-President poi.