I TOP BUYER DI PITTI BIMBO

Il ruolo di riferimento e il successo di Pitti Bimbo sono testimoniati dalla partecipazione dei migliori compratori italiani e internazionali, che ne certificano la qualità dell'offerta, la capacità di rinnovamento, l'attenta segmentazione e l'impegno continuo nello scouting di nuovi marchi. Al tempo stesso Pitti Immagine aumenta di edizione in edizione gli investimenti sul suo programma di incoming di top buyer e operatori della distribuzione internazionale, grazie anche al contributo di MiSE e Agenzia ICE.

 

In questa edizione focus sugli shop internazionali più di ricerca, sui department store di riferimento, e naturalmente sugli shop online; con un’attenzione specifica su paesi come Russia, Stati Uniti, area del Medio Oriente e del Far East (Cina, Corea e Giappone). Solo per citare alcuni dei top buyer del salone: Aishti (Libano), Al Garawi (Arabia Saudita), Al Tayer Insigna (Emirati Arabi), Ali Bin Ali Group (Qatar), August Pfueller (Germania), AW Rostamani (Emirati Arabi), Baby Marlen (Ucraina), Babyshop (Svezia), Barbara Fréres (Germania), Barneys (Stati Uniti), Bergdorf Goodman (Stati Uniti), Bongenie (Svizzera), Bosco (Russia), Breuninger (Germania), Chalhoub (Emirati Arabi), Childrensalon (Gran Bretagna), Childsplay (Gran Bretagna), Coin (Italia), Daniel Boutique (Russia), De Bijenkorf (Olanda), Demsa Group (Turchia), El Corte Inglés (Spagna), Engelhorn (Germania), Fenwick (Gran Bretagna), Galeries Lafayette (Francia), Gassmann (Svizzera), Hankyu Hashin (Giappone), Harrods (Gran Bretagna), Harvey Nichols Qatar (Qatar), Harvey Nichols Riyadh (Arabia Saudita), Isetan Mitsukoshi (Giappone), Jelmoli (Svizzera), Kadewe (Germania), Kangaroo (Russia), Kidiliz Group (Emirati Arabi), Kids 21 (Singapore), Kids Cavern (Gran Bretagna), Kids Will (Taiwan), Korbmayer (Germania), Kurt Geiger (Gran Bretagna), La Rinascente (Italia), Le Bon Marché (Francia), Level (Emirati Arabi), Liverpool (Messico), Loden Frey (Germania), Lotte (Corea del Sud), Luisaviaroma (Italia), Neiman Marcus, Shan and Toad (Stati Uniti), Peek & Cloppenburg (Germania), Podium Almaty (Kazakistan), Printemps (Francia), Rubaiyat (Arabia Saudita), Saks Fifth Avenue Almaty (Kazakistan), Selfridges (Gran Bretagna), Shinsegae (Corea del Sud), Smallable (Francia), Step2wo (Gran Bretagna), Takashimaya (Giappone), Tessabit (Italia), Tot Baby (Stati Uniti), Tsum/Mercury (Russia), United Arrows (Giappone), Winny (Russia) ... e tanti altri ancora.