#PITTIFRIENDS #LITTLECHATS - LINDA MCLEAN DI SMUDGETIKKA

Linda McLean è l’ideatrice del blog di moda per bambini Smudgetikka.
Già co-fondatrice della rivista Junior, Linda ha alle spalle una lunga e variegata carriera nella moda, sia come giornalista che come fashion editor. Qui, ci racconta come trascorre questo periodo nella sua casa di Wimbledon, a Londra, senza sentirsi mai sola.
 
Continui a lavorare? Come sono cambiate le cose in questo periodo?
Sono fortunata a trascorrere questo periodo di auto-isolamento da sola perché mia figlia è rimasta a Glasgow, dove studia alla Glasgow School of Art, e io non mi sento mai sola anche quando sono da sola.
Continuo a lavorare e ogni tanto pubblico qualche post, ma in questa situazione mi sembra molto strano postare di moda per bambini o di moda in generale, dato che tutto ruota attorno ai fondamenti del vivere, in questo momento. La maggior parte dei negozi online è ancora aperta e ovviamente i bambini non smettono mai di crescere, quindi a un certo punto ci sarà bisogno di nuovi vestiti. In questo momento, pubblico molto di più cose da scaricare per colorare e consigli su attività speciali, libri, cucina, ecc. che i brand condividono.
 
Hai iniziato qualche progetto nuovo o uno di quelli che continuavi a rimandare?
Mi tengo occupata con dei progetti per la casa, ho messo a posto il giardino, ho piantato delle piantine e mi sono fatta un paio di maschere di cotone.
Mi sono anche iscritta a un corso del MOMA chiamato "Seeing through Photography", che parla della storia della fotografia americana e di come analizzare le foto.
 
C'è qualcosa di positivo che possiamo trarre da questa situazione?
La situazione potrebbe farci capire che non abbiamo sempre bisogno di correre all’impazzata e di essere così frenetici tutto il tempo, che dobbiamo anche trovare il tempo per rilassarci.
 
Hai qualche consiglio su cosa fare per tenere alto l’umore?
Penso che i piccoli sfizi siano essenziali, ho una scorta segreta di cioccolato e prosecco a cui so, anche se non li tengo in bella vista ogni giorno, di poter ricorrere se c’è una giornata in cui sono particolarmente giù. Altrimenti, una regolare attività fisica penso che aiuti.
Nel Regno Unito, siamo ancora autorizzati a fare una passeggiata giornaliera, quindi provo a trovare i percorsi più panoramici in cui farmi venire un po’ di house envy e fotografare e pubblicare su Instagram le mie case preferite! Faccio anche lezioni di pilates su YouTube a giorni alterni.
 
Quali marchi o account Instagram ti hanno colpito in questo periodo?
In realtà non bado molto alla moda per bambini, ma guardo più Vogue e The Business of Fashion e tutti i talk e podcast che vengono fatti mentre tutti proviamo a dare un senso alla situazione. Per le mamme interessate, l'ultimo numero di British Vogue può essere scaricato gratuitamente, così come quello dell'edizione italiana.
 
Qualche libro o programma TV che ti è piaciuto ultimamente?
Sto leggendo i diari di Cecil Beaton degli anni '60 per un po’ di nostalgia e The Vanity Fair Diaries di Tina Brown degli anni '70 e '80. Grandi testimonianze di come andavano le cose!
In TV sto guardando la serie drammatica scandinava Twins, la hit di Netflix Tiger King e la fine dello show americano Homeland.
 
Qual è la prima cosa che vorresti fare quando finirà l’isolamento?
Se i negozi saranno i primi ad aprire, direi che una visita allo store Liberty, a Londra, è piuttosto alta nella lista delle cose che vorrei fare, seguita da un appuntamento dal parrucchiere, che penso sia un'opzione per molte donne.
 

Grazie a Maryline Price