Vintage Selection, i dati di chiusura

Ancora un’edizione dai grandi numeri per Vintage Selection che si conferma piattaforma di riferimento per la moda, la cultura e i nuovi trend del vintage, per operatori del settore e non solo

PF78_VintageSelection_041

Feedback positivi per Vintage Selection n.27 (Firenze 27-31 gennaio 2016), arrivati dagli operatori del settore e dal pubblico di appassionati intervenuti alla Stazione Leopolda, sia per l’offerta di capi, accessori e input di cultura vintage resi protagonisti dai 60 espositori a questa edizione, sia per la qualità del programma di eventi e progetti speciali che hanno arricchito il salone, tutto all’insegna del superamento delle tradizionali barriere generazionali nella moda contemporanea, tributo al tema guida di Pitti Filati “Pitti Generation(s)”.


Nei cinque giorni di apertura al pubblico, la mostra-mercato per la moda, l’oggettistica e la cultura vintage e remake di qualità ha registrato una buona affluenza, con numeri in linea con la scorsa edizione invernale per quanto riguarda gli operatori del settore (stilisti, designer e uffici stile delle grandi griffe di moda) e registrando un nuovo record di partecipazione da parte del pubblico di appassionati, conferma del suo ruolo di riferimento per il vintage in Italia.
 
Quella che si è appena conclusa è stata una bella edizione di Vintage Selection”, afferma Agostino Poletto - amministratore unico di Stazione Leopolda. “Il salone si conferma sempre di più, stagione dopo stagione, come laboratorio di ricerca per i più importanti fashion designer e uffici stile della moda a livello internazionale, a Firenze in questi giorni per Pitti Filati 78. E quella con il salone, come abbiamo potuto vedere anche da tema comune, è una sinergia che si sta consolidando sempre di più. E poi, con un record assoluto di partecipazione a questa edizione, abbiamo riscontrato un pubblico di appassionati di grande qualità, attento a scovare veri e propri pezzi cult e griffati, e che si è fatto coinvolgere nel ricco programma di eventi collaterali sulla cultura vintage e sulle sue mille declinazioni lifestyle.”  
 
Il pubblico di Vintage Selection ha infatti molto apprezzato il ricco calendario di eventi proposti nei cinque giorni della manifestazione. In particolare, lo Swap Party organizzato da Lungarno, mensile di arte e cultura di Firenze. Il progetto TAF –DENIM LAB che ha consentito al pubblico di intervenire su un pannello di denim, personalizzandolo secondo il proprio gusto, e creando un vero e proprio “arazzo” dall’allure vintage. Ancora, i dj-set che hanno accompagnato i visitatori con playlist realizzate ad hoc per la manifestazione. 
Ultimo ma non ultimo, grande successo per la mostra-installazione alla Leopolda “VVV VERY VINTAGE VISION” - ispirata a “V Generation”, motivo-guida di Vintage Selection – e presentata anche alla Fortezza da Basso in occasione di Pitti Filati. Con concept e art direction di Angelo Figus, VVV VERY VINTAGE VISION ha presentato diversi outfit forniti dagli espositori che hanno partecipato a Vintage Selection.