Jean-Claude Ellena
Una Retrospettiva

Chandler Burr in conversation with Jean-Claude Ellena

Stazione Leopolda

Il video contiene la conversazione in Versione Originale, per visionare la versione con traduzione Inglese clicca qui

Jean-Claude Ellena è uno dei più importanti e influenti artisti della fine del XX secolo e degli inizi del XXI. Nei suoi 43 anni di carriera non ha solo creato capolavori che sono pietre miliari della profumeria, ma ha modificato lo stato dell'arte più e più volte. Ha spinto il medium costituito dal profumo ad assumere forme, veicolare significati ed esprimere idee come nessun altro artista aveva fatto sino ad allora, e rimane probabilmente ineguagliato nella varietà di scuole estetiche di cui è stato sia precursore che figura dominante.

 

Ellena è stato l’ospite speciale di Pitti Fragranze con la prima grande mostra retrospettiva a lui dedicata, curata da Chandler Burr, perfume critic e ambassador di Pitti Fragranze.
I capolavori olfattivi della sua carriera e una serie di immagini che ripercorrono la vita del maestro sono stati al centro di un’installazione esperienziale negli spazi della Stazione Leopolda. In questa speciale occasione si è tenuta anche una conversazione / intervista condotta da Chandler Burr, per raccontare l’ineffabile storia dei suoi profumi, ed è stata presentata la sua ultima inconfondibile creazione, Rose & Cuir per Editions de Parfums Frédéric Malle.

 

“Questa primissima retrospettiva della carriera di Ellena dal 1976 al 2019 presenta 15 delle opere più significative dell'artista”, ha detto il curatore Chandler Burr. “Alcune sono importanti perché hanno saldamente inserito questo mezzo di espressione artistica all'interno di intere scuole estetiche: Bulgari Eau de Thé Vert (1993) è stata la prima grande opera del Minimalismo nel settore del profumo; L’Eau d’Hiver (2003) è una delle opere fondamentali dell'Espressionismo Astratto in profumeria”.

 

“Prese nel loro insieme, tuttavia, le opere prodotte in questi quattro decenni raccontano una straordinaria evoluzione dell'artista, un'evoluzione che continua. Ellena ha avuto, lungo tutto l'arco della sua vita, un'abilità camaleontica di autoreinventarsi, non solo di sperimentare nuovi approcci estetici, ma di sviluppare e creare nuove tecniche e strutture compositive. Ellena ha eseguito il suo primo lavoro ampiamente apprezzato, First (1976), nel classico stile romantico dei primi anni del Novecento; poi, dopo aver creato quella grande opera del Minimalismo, realizzò In Love Again (1998), un capolavoro del Fauvismo. Angélique Sous La Pluie (2002) è Fotorealismo. Con Kelly Calèche (2007) Ellena sperimentò in termini di Post-Realismo. In queste opere troviamo sia il percorso dell’artista sia la storia di una vita”.