Clean Cut & New Minimal

SUPER PREVIEW - VOL.3

È un’estetica essenziale fatta di capi unisex e tagli impeccabili. Nuove uniformi che giocano con il color blocking e con la modernità dello sportswear.

AKJP Forte impronta unisex per il marchio sudafricano nato dal duo creativo Keith Henning e Jody Paulsen. Un’estetica intesa come perfetta combinazione tra print astratti e silhouette squadrate in un gioco di color blocking e motivi grafici con ispirazioni che attingono al registro sportswear.
 
ANOUKI Da Tbilisi, Georgia, questa giovane designer ventiseienne ha lanciato il suo brand nel 2013 con la volontà di offrire nuovi standard e dare impulso alla moda in Georgia attraverso un total look lontano dai cliché che lasciasse a ogni donna la libertà di esprimersi in modo personale. @MOREDASH: EYE ON THE EAST
 
AQUARAMA - Un raffinato gusto sartoriale italiano si sposa con avanzati plus funzionali in una proposta di capi unici, sportivi e hi-tech, dall’eleganza classica e minimale. Protagonista il capospalla: dalle giacche, alle field jacket, ai cappotti e agli impermeabili in cui al nylon si accompagnano tessuti pregiati naturali.
 
ART CAPSULE BY STEFANIA CARRERA - Le tecniche innovative usate per le tinture, i ricami, gli intarsi, le decolorazioni, i dipinti a mano, sono assoluto fil rouge. Ogni pezzo è tinto in capo con trattamento “FADE “ a base di terre, fiori, frutta, liquirizia, cacao. I capi vengono successivamente rielaborati uno ad uno con interventi manuali, sempre utilizzando colori ecologici per fibre naturali.
 
GENTUCCA BINI - Gentucca Bini torna con “The Charm of the Uniform”, il suo progetto sulle uniformi. Divise da lavoro unisex, abiti la cui eleganza deriva dalla loro origine 'utilitaria'. Ogni dettaglio, il materiale, le cuciture, i volumi, sono in armonia tra loro per formare oggetti funzionanti e funzionali. 
 
ISOLE & VULCANI - L’energia geotermica, i rettili, l’ossidiana, le rocce vulcaniche, le spiagge di sabbia nera, sono forte suggestione per Daniela Fadda in una collezione beachwear che evoca la selvaggia Filicudi. Puro cotone, spesso monocolor, caratterizzata da tagli al vivo e da assenza di cuciture.
 
MA'RY'YA - Capi unisex e senza età, da indossare con un tocco di sense of humour. Il concept di ma'ry'ya è un'eleganza minimal e naturale dedicata alla vita quotidiana, facile da portare ovunque. I materiali usati sono cashmere, seta, misto seta e cashmere, organic cotton, organic wool, misto seta e lino.
 
MARCWAVE - Estetica minimale e raffinata per questa bag collection nata nel solco della tradizione artigiana toscana. Clutch, tote, borse a mano e portafogli seguono forme architettoniche e combinazioni cromatiche a contrasto.
 
ROTSANIYOM WHITE LABEL - Individualità, Ispirazione, Il Giusto Feeling: a questi tre concetti guarda lo style del brand, che descrive il proprio prodotto come “The wearable object for every women”. @SUPER TALENTS
 
SAMIRA ERSHANI Di stanza in Belgio, Samira Ehsani è un footwear brand che investe nell’approccio sostenibile e nell’artigianato. Ogni calzatura è prodotta handmade in atelier attraverso materiali alternativi, cruelty e animal-free.
 
SEFEM DESIGN - Protagonista: il design. Forme 3D in acciaio e oro che richiamano incroci geometrici. Nuove linee dall’impronta futuristica, che combinano linee architettoniche moderne al design puro ed essenziale. Il concept nasce dall'idea di Paola Vanazzi, architetto con la passione per i gioielli.
 
SOLOVIÈRE  - Alexia Aubert trasfonde le silhouette essenziali ma industriali di Varvara Stepanova e la sua visione ancestrale ma grafica del guardaroba maschile. Forme semplici evidenziate da materie naturali e intrecciate a mano: slipper, sandali da città, babbucce da interno/esterno, blocchi di colori saturi accostati per impronte grafiche iper moderne.
 
THE B. - Urbanwear fresco ed energetico. Forme clean, mosse da dettagli e opposizioni cromatiche,. Sopra, impalpabili capospalla midi e mini in nylon. Accessori da indossare: la borsa-zaino Transitorial e le sacche in nylon e ecopelle bicolor.