SUPER TALENTS

Nuova tappa del progetto speciale sui creativi più interessanti del fashion globale. A questa edizione focus sul mondo dei super accessori

Con l’area speciale SUPER TALENTS. New Countries to Watch, Super afferma fin dalla sua prima edizione il suo DNA di piattaforma globale di talent scouting. 
I protagonisti di questo focus sono i creativi più interessanti del panorama fashion e le nuove promesse del design di ricerca, selezionati in collaborazione con Sara Sozzani Maino di Vogue Italia e Vogue Talents
On stage a questa edizione una selezione di sei designer da tutto il mondo che lavorano sul mondo dell’accessorio luxury, con una serie di proposte ad alto tasso creativo. 
 
Ecco i loro nomi: Alighieri (Regno Unito), Gogo Philip Studio (Italia), Helena Bajaj Larsen (Francia), Liudmila Footwear (Kuwait), Roma Narsinghani (India) e Sabry Marouf (Regno Unito).
 
Scopriamo i Super Talents:
 

ALIGHIERI (Regno Unito) _ Gioielli imperfetti, un po' malinconici, singolari frammenti di una scatola dei tesori. L'universo creativo di Rosh Mahtani è diventato in breve un brand di successo. Lei, nata a Londra, cresciuta in Zambia e laureata a Oxford, tiene a sottolineare che non si sente una designer di gioielli. Più che la tecnica, infatti, dalle sue creazioni emerge l'amore per la letteratura, lo studio della poesia e la passione per Dante, sommo poeta che ha dato il nome al brand e ha ispirato un'affascinante serie di anelli, orecchini, collane. 
 

Gogo Philip Studio (Italia) _ Nasce nel 2018 a Milano, concepito come brand unisex di accessori disegnati da William Merante e Giovanni Riggio. Lo sguardo utilizzato è in prospettiva: la ricerca di forme contemporanee si ibrida con le più tradizionali tecniche di artigianato e tecnologie manifatturiere italiane. Il risultato è un campo aperto di formalizzazioni, sperimentazioni, strutture chiare in cui la contaminazione non solo rilegge i motivi del design, ma sposta il concetto di utilizzo e di destinazione del prodotto.
 

Helena Bajaj Larsen (Francia) _ Per la designer metà indiana e metà norvegese nata e cresciuta a Parigi - dopo un diploma di laurea in Economia e Scienze Sociali ed una laurea in Fashion Design presso la Parsons School of Design – l’attenzione è stata la progettazione tessile e l'esplorazione del design delle superfici attraverso vari mezzi. Ha scelto in particolare il khadi, un tessuto di cotone indiano casalingo spesso definito come "il tessuto del cambiamento sociale" a causa del suo ruolo cruciale nel movimento di indipendenza guidato dal Mahatma Gandhi. I tessuti vengono dall’India e sono dipinti a mano usando coloranti acidi e pigmentati su una varietà di sete e altri materiali. Parallelamente, Helena ha iniziato a esplorare le opere in metallo a scuola, e ha deciso di presentare una collezione di gioielli incentrata sulle alterazioni della superficie come parte della sua tesi. 
 

Liudmila Footwear (Kuwait) _ Una scarpa in stile vittoriano ma allo stesso tempo così sensuale. Sono le creazioni di Najeeba Hayat, nata a Londra, creatrice del marchio Liudmila. Dagli stivaletti stringati con stampa leopardata a décolleté impreziosite da diamanti e sandali con pompon, queste scarpe degne di una principessa racchiudono un pugno che non apparirebbe fuori posto su Drury Lane.
 

Roma Narsinghani (India) _ Disegni architettonici e accenti strutturali sono l’ispirazione per la designer di gioielli che ha trasformato il suo amore per la creazione a uso personale in un'etichetta concettuale, che ha trovato fedeli sostenitori in maestri della moda e celebrità, tra cui Sonam Kapoor Ahuja. I suoi pezzi artigianali di gioielleria creano un intrigante equilibrio tra forma e funzione, con eredità e geometria che spesso fanno da musa. Ogni pezzo è un'ode all'individualità di chi lo indossa, minuziosamente realizzato a mano da abili artigiani in ottone riciclabile. 
 

Sabry Marouf (Regno Unito) _ Partnership creativa che lavora la pelle ed i gioielli. Tra Londra e Il Cairo, Ahmed Sabry e Daki Marouf omaggiano l'antico Egitto con le loro creazioni, espressione moderna per un nuovo tipo di storytelling. Il viaggio comincia con Amarna, collezione di borse/oggetti d’arte che offrono vera funzionalità. La linea di gioielli sarà offerta in futuro attraverso una collezione e commissioni su misura. Come i tesori di una tomba reale, i pezzi di Sabry Marouf devono essere scoperti.