Viaggio nelle terre della bontà

DIECI APPETITOSE NOVITÀ
DA SCOPRIRE A TASTE 15

Da Nord a Sud, 10 nuove aziende, selezionate da Pitti Taste, che porteranno alla Leopolda i gusti e sapori più pregiati d’Italia.

 

 

FAGONE - CIPOLLA DI GIARRATANA: dall'antipasto al dolce, in tutte le stagioni

 

Fagone - Cipolla di Giarratana

 

Conserve che riescono a mantenere il gusto autentico e la consistenza della cipolla di Giarratana esaltandone il gusto, si prestano ad un utilizzo versatile, dall’antipasto al dolce, in tutte le stagioni. L’azienda Fagone è leader nella produzione della “cipolla di Giarratana”, ortaggio dai bulbi con una forma schiacciata, la tunica di colore bianco-brunastro, la polpa bianca, sapida, mai pungente che può raggiungere il peso di 3,5 kg.


 

MARINA PALUSCI ORGANIC FARMING: L'olio, un alimento protagonista

 

Marina Palusci Organic Farming

 

L’uomo di ferro, oggi emblema dell’azienda, era un tempo il mastro oleario del frantoio della famiglia, solito cominciare la giornata di lavoro con una coppa d’olio e un pezzo di pane. L’olio è un alimento, un ingrediente protagonista che non può restare all’ombra di altro cibo. Immersa nella natura di Pianella, un piccolo paese tra la Costa Adriatica e il Parco Nazionale della Majella, Marina Palusci è da lungo tempo di proprietà della famiglia D'Addario, quasi 20 ettari tra uliveti e vigne sparsi tra le colline.

 

 

TENUTA IL RADICHINO: Sostenibilità ecologica fra tradizione e sperimentazione

 

TENUTA IL RADICHINO

 

Formaggi che racchiudono gli aromi e i profumi dei prati e dei fiori della tenuta dell’Alta Tuscia, al confine tra Toscana e Lazio, dove pascolano circa 1.200 pecore e un centinaio di capre. Una filiera a ciclo “chiuso/virtuoso”, perché totalmente rintracciabile, che implementa la sostenibilità ecologica del territorio e mantiene inalterato il livello qualitativo dei prodotti, senza rinunciare alla sperimentazione.

 

 

MERACINQUE: Innovazione Made in Italy

 

 

 

Cinque sorelle sono socie dell’azienda agricola familiare amministrata dal padre. L’idea è nata partendo dal riso Carnaroli Classico, un cereale, molto versatile e senza glutine, difficile da cucinare ma molto apprezzato come piatto anche all’estero. Il riso Meracinque viene coltivato nella campagna tra Verona e Mantova seguendo metodi innovativi come l’utilizzo di microorganismi effettivi dal Giappone e la polvere di roccia micronizzata dall’Austria. La produzione viene coltivata e trasformata seguendo la best practice dell’Agricoltura 4.0.

 

 

 FISH DIFFERENT: Pesca sostenibile certificata

 

Fish Different

 

Solo pesca sostenibile certificata, fatta con metodi che rispettano la natura e non distruggono l’ecosistema del mare. Il pesce è pescato con metodi a basso impatto ambientale, sostenibili, selettivi e rispettosi dell’ambiente marino, utilizzando la Lampara e il Cianciolo, tecniche tipiche del Sud Italia che impiegano piccole imbarcazioni dotate di lampade e reti a circuizione galleggianti. Anche gli ingredienti usati insieme al pesce sono biologici certificati e 100% italiani, senza aggiunta di additivi o conservanti chimici.

 

 

GRIMALDI NOCCIOLA & CO: La nocciola "tonda di Giffoni"

 

GRIMALDI NOCCIOLA & CO

 

Tostate, sgusciate, in crema o in pasta, le nocciole prodotte e lavorate dell’azienda sono il risultato di una particolare attenzione per l’ambiente, dalla coltivazione alla lavorazione del frutto, lungo una filiera eco-compatibile gestita in completa autonomia. La nocciola “tonda di Giffoni” si distingue per la forma perfettamente tondeggiante del seme e del guscio e per il suo gusto aromatico. La “noce di Sorrento” è ricca di proteine, fibre alimentari, acido folico, niacina, vitamina E e B6 magnesio, rame, zinco, selenio, fosforo e potassio. Contiene inoltre acidi grassi polinsaturi del gruppo degli omega 3.

 

 

NEROFERMENTO: L'aglio nero di Voghiera

 

Nerofermento

 

I bulbi di aglio di Voghiera DOP vengono lasciati fermentare naturalmente, senza l’aggiunta di additivi, conservanti o lieviti, in un ambiente a umidità e temperatura controllate per almeno 60 giorni – così nasce l’aglio Nero di Voghiera. Un lungo procedimento con cui l’aglio di Voghiera, pregiata tipicità italiana già rinomata per il suo gusto gentile, matura in modo genuino una delicatezza sorprendente, perdendo il classico gusto pungente dell’aglio tradizionale e risultando più facilmente digeribile. Da una materia prima d’eccellenza certificata, nasce così un prodotto prelibato e ricco di proprietà salutari, coltivato, raccolto e fermentato esclusivamente in Italia.

 

 

SAPORI DI NORCIA: Legumi di Norcia e Castelluccio

 

SAPORI DI NORCIA

 

Lenticchie, legumi e cereali, coltivati nel territorio tra Norcia e Castelluccio. La pulitura e il confezionamento avvengono grazie all'impiego di tecnologie di ultima generazione: raggi X, metal detector e selezionatrice ponderale per il controllo del peso statistico. La qualità delle materie prime ha ispirato la creazione di nuove linee e prodotti, come la mousse di legumi Horo di Norcia e la birra artigianale +1452.

 

 

LA TAVOLA DEI BRIGANTI: Il peperone dolce d'Altino

 

LA TAVOLA DEI BRIGANTI

 

Nel 2013, la famiglia D’Alonzo decide di specializzarsi nella coltivazione del Peperone Dolce di Altino, un prodotto coltivato nella zona della provincia di Chieti – dove sorge l’azienda agricola – già a partire dal XVIII sec. A questa produzione si affianca quella del Diavoletto d’Abruzzo (peperoncino piccante), che si traduce in spezie ed aromi, ma anche sottolio, confetture, prodotti in agrodolce, cioccolato e mandorle pralinate, ottenuti in abbinamento con ortaggi della tradizione abruzzese che seguono i principi dell’agricoltura integrata, all’insegna ell’innovazione del gusto e dell’originalità degli ingredienti.
 

 

I SAPORI DI CORBARA - CORBARÌ: Il pomodoro di alta qualità

 

I SAPORI DI CORBARA - CORBARÌ

 

Una piccola realtà che si è fatta largo in questi anni; dal 2006 nel mercato delle conserve di pomodoro di alta qualità solo ed esclusivamente per le particolari proprietà del nostro Pomodorino di Corbara (o Corbarino), che ha permesso all’azienda di farsi conoscere in tutto il mondo. Grazie a un’instancabile e costante opera di selezione, protezione e sviluppo sul territorio del Pomodorino di Corbara, che va dalla scelta dei semi fino alla messa a coltura delle piantine, per concludersi con il trapianto delle piantine così ottenute nei terreni dei coltivatori.