Pitti Uomo style pills:
"Weekend in alta quota"

Evocazione di un weekend in alta montagna: perdersi in freddi boschi incontaminati, ritrovarsi in caldi chalet dove è piacevole arrendersi al profumo del legno e del camino, ricercare il lusso autentico del tempo per sé, tra relax e sport all’aria aperta.
 

Caldi e corposi, i capi hanno composizioni raffinate, tra denim e lane jacquard. Linee pulite e volumi sartoriali accanto a un’importante cura dei dettagli. Check, regimental e harringbone rivisitati, conferiscono un richiamo al classico. Peacot, blazer e gilet vestono pesi insoliti, adatti a gelidi sentieri tra sequoie e aceri. I pantaloni scelgono nuovi fit, baggy e confortevoli.

Il denim è lavorato con trame lana e si presta a diventare total look. Spesso lo stile d’alta quota si mescola alla matrice british. Gli abiti formali vengono proposti con stampe che vanno dal principe di Galles all’occhio di pernice, oppure in tessuti che si ispirano al mondo della cavalleria, con flanelle elasticizzate e micro bouclé. Il casentino interpreta giacche e cappotti dalla silhouette quasi oversize. Capi iconici e ricchi di storia come il trench, il bomber, l’husky, il parka, arricchiti da tocchi di opulenza understated, si alternano nel guardaroba di un uomo poliedrico, cittadino del mondo. E ancora, guarda alla montagna anni '50 la calzatura maschile che utilizza la pelliccia, sia all'interno che sulle tomaie, abbinata al vitello spazzolato.