KARL LAGERFELD riceve il FIORINO D’ORO dal Sindaco di Firenze Dario Nardella con una cerimonia privata a Palazzo Vecchio

Nella Sala di Clemente VII di Palazzo Vecchio, il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha consegnato a Karl Lagerfeld il Fiorino d’Oro, massima onorificenza della città di Firenze e riconoscimento civico sinonimo di pubblica estimazione di tutti coloro che, ospiti illustri, in qualsiasi modo abbiano contribuito a dare lustro alla città o si siano distinti a livello internazionale per la loro opera. 

 
Alla cerimonia erano presenti i più stretti collaboratori di Karl Lagerfeld, i due curatori della mostra KARL LAGERFELD – Visions of Fashion, inaugurata a Palazzo Pitti lo scorso 14 giugno, Eric Pfrunder e Gerhard Steidl, il Presidente del Centro di Firenze per la Moda Italiana Andrea Cavicchi, il Presidente di Pitti Immagine Gaetano Marzotto ed Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi.
 
Nel corso della cerimonia, il Sindaco si è intrattenuto con Karl Lagerfeld illustrandogli i preziosi affreschi di Giorgio Vasari e di Giovanni Stradano, decoro della Sala di Clemente VII, una delle più belle del Palazzo e, dal 1871, sede dell’ufficio del Sindaco. 
 
Al termine della consegna del Fiorino d’Oro, Karl Lagerfeld è stato accompagnato dal Sindaco e dal Direttore delle Gallerie degli Uffizi a Palazzo Pitti, per una visita privata della sua mostra KARL LAGERFELD – Visions of Fashion, rappresentazione dell’intera carriera fotografica di Lagerfeld, overview sulla sua più rilevante produzione fotografica legata alla moda.
 
Fiorino d’oro a Karl Lagerfeld_Motivazione
Karl Lagerfeld è uno spirito libero e razionale, che non smette di interrogare il mondo e neppure se stesso, uno straordinario ingegno eclettico che la moda condivide con molte altre discipline culturali e artistiche: stilista, fotografo, editore, designer, illustratore, regista, scenografo costumista. Lo stile inconfondibile si è formato nel cuore d’Europa, tra Germania, dove è nato, Francia e Italia e corrisponde esattamente alla sua figura di uomo colto, cosmopolita e plurilingue. La moda di Karl Lagerfeld   ̶  precisa e sperimentale, interessata alle contaminazioni di genere e dedita alla cura di ogni dettaglio  ̶  ha aperto nuove e feconde prospettive alle prestigiose maison per cui tuttora lavora, dopo decenni di grande successo. La sua attività ha sempre avuto in Italia - anche a Firenze e in Toscana – un punto di riferimento molto importante per la presenza di aziende artigiane e saperi manifatturieri di alta qualità e di grandi istituzioni artistiche. Firenze, che ha tenuto a battesimo il Made in Italy e adesso si colloca tra le capitali della moda internazionale, gli offre il suo riconoscimento più alto e lo invita a considerarla casa per affinità elettive. Lo fa infatti, non a caso, nell’occasione in cui una grande mostra di fotografie di moda in uno dei luoghi museali simbolo della città e della storia dell’arte mostra a tutto il mondo la capacità di Karl Lagerfeld di rappresentare la semplice complessità della natura umana.