Alex Bellini ospite a "Land Flag: From Waste to New Materials"

LA TERRA COME UNA PICCOLA BARCA
IN MEZZO ALL’OCEANO

Land Flag: From Waste to New Materials è una serie di conversazioni e condivisione di storie curate da Angela Rui, design critic e curator, sul rapporto cha abbiamo con il Pianeta e i materiali che produciamo e manipoliamo. Land Flag è ospitato da Reflections, un nuovo spazio – all’interno del Lyceum alla Fortezza da Basso – di condivisione e riflessione su temi che abbiano uno sguardo e un approccio differente. Le conversazioni partano tutte dal nome e definizione che diamo al posto in cui viviamo – Terra? Natura? Gaia? Mondo? - e dall’interpretazione e approccio che di conseguenza ne deriva.


Land Flag si è aperto con Alex Bellini, esploratore, navigatore solitario, speaker motivazionale e performance coach. Bellini ha raccontato di come inizialmente i suoi viaggi fossero di natura individuale e scaturissero dalla necessità di capire se stesso. La svolta avviene quando, nel 2005, durante la navigazione dell’oceano Atlantico rimane senza cibo per cinque giorni e riesce a sopravvivere approdando su un piccolo arcipelago. Attraverso quell’esperienza comprende come la piccola barca su cui navigava fosse una metafora della Terra e delle risorse naturali che si stanno esaurendo. Da allora, i suoi viaggi riguardano la salvaguardia e il rispetto del pianeta, come 10 Rivers 1 Oceans in cui Bellini navigherà i dieci fiumi più inquinati al mondo su delle zattere costruite con materiali di recupero, con l’aiuto di persone locali, per sensibilizzare sul problema delle microplastiche e del Great Pacific Patch.


Il talk si è concluso con la domanda “Dove veramente vogliamo andare?” e con una riflessione sul futuro non come continuazione del presente, ma come conseguenza.