Pitti Immagine presenta

Le nuove Guide de l’Espresso 2018

Un evento speciale diventato appuntamento imperdibile per i protagonisti dell’enogastronomia italiana d’eccellenza, che quest’anno festeggia un compleanno importante: la quarantesima edizione della Guida dei Ristoranti.

Stazione Leopolda

L’appuntamento è per giovedì 19 ottobre alla Stazione Leopolda di Firenze, con l’evento che Pitti Immagine dedica alla presentazione delle Guide de l’Espresso 2018. A partire dalle ore 11.00, saranno protagonisti i migliori vini d’Italia e si celebreranno i nomi di punta della ristorazione Made in Italy, con la presentazione della nuova edizione delle guide che sono diventate negli anni il punto di riferimento indiscusso del mondo del vino e della nuova cucina italiana: “I VINI D’ITALIA 2018” e “I RISTORANTI D’ITALIA 2018”. E nel pomeriggio - a partire dalle 14.30 - in scena anche la dodicesima edizione dell’asta di Vini Pregiati e da Collezione organizzata dalla Casa d’Aste PANDOLFINI. 

 
In una location d’eccezione come la Stazione Leopolda, a presentare gli eventi della giornata saranno l’amministratore delegato di Pitti Immagine Raffaello Napoleone e il Direttore delle Guide de l’Espresso Enzo Vizzari. L’evento è realizzato da Pitti Immagine, con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze, con la collaborazione di Caraiba Luxury, Acqua Lilia e di Pandolfini Casa d’Aste, e a questa edizione con la sponsorizzazione di Opel. Ad accogliere gli ospiti ci sarà uno speciale allestimento curato dall’architetto Alessandro Moradei.
 
Ecco gli appuntamenti che caratterizzeranno la giornata del 19 ottobre:
 
_ in apertura, alle ore 11.00, si svolgerà la presentazione della guida “I Vini d’Italia 2018”. Curata da Andrea Grignaffini e Antonio Paolini, e arricchita di nuovi contenuti, la guida si configura come l’unica in Italia completamente orientata al consumatore. Come la scorsa edizione, uno strumento empirico che presenta un focus su tre distinte classifiche: i “100 vini da bere subito”, i “100 vini da conservare” e i “100 vini da comprare”. A queste si aggiunge un nuovo inedito contenuto: i “100 vini da riassaggiare”, una sezione senza classifica concepita per dare un’ulteriore prospettiva al consumatore, quella evolutiva, con vecchie annate (dal 2013 al 1985) ed etichette che hanno fatto la storia.
 
_ dalle ore 12.00, verrà presentata la guida “I Ristoranti d’Italia 2017” - a cura di Enzo Vizzarri - che festeggia un importante compleanno, la quarantesima edizione. 1979-2018, trentanove anni della migliore ristorazione italiana, ripercorsi, fra storia e cronaca, nelle prime pagine di questa speciale guida. Novità di questa edizione, dopo la rivoluzione dell’anno scorso con l’abolizione dei voti espressi in ventesimi, è rappresentata dall’introduzione dei “cappelli d’oro” attribuiti ai “nuovi classici”: i dieci ristoranti che hanno contribuito in maniera decisiva a cambiare il volto della cucina italiana. La nuova guida fotografa non il mondo della ristorazione italiana ma il vertice della piramide, la parte migliore: circa 2000 locali selezionati fra oltre 200mila insegne, tutti migliori, ciascuno nella propria categoria: dalla trattoria alla tavola a “5 cappelli” (la miglior fascia di qualità, e sono cinque quest’anno i ristoranti con 5 cappelli), dalle enotavole alle cucine etniche, con uno speciale inserto dedicato alle “migliori pizzerie d’Italia”;
 
_ a conclusione della cerimonia, dalle ore 13.00, avrà luogo la degustazione dei vini migliori di ciascuna delle classifiche proposte dalla guida “I Vini d’Italia 2018”.
 
Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14.30, sarà battuta l’ormai celebre asta di Vini Pregiati e da Collezione organizzata annualmente in questa occasione da Pandolfini Casa d’Aste. Appuntamento anche questo imperdibile per gli operatori del settore e per i cultori dei grandi vini, in virtù del catalogo che presenta una selezione speciale di preziosi lotti suddivisi in vini italiani e francesi: il catalogo dei vini francese offre un’apia selezione di bottiglie – Borgogna, Bordeaux e Champagne – e saranno presenti tutti i Domaine e gli Château più prestigiosi; tra i vini italiani, un catalogo particolarmente ricco di bottiglie di pregio, tra cui molti Supertuscans di varie annate e i grandi piemontesi. L’asta continuerà il giorno seguente (20 ottobre) negli storici saloni di Palazzo Ramirez Montalvo di Firenze: nella mattinata, andranno all’asta i vini appartenenti a un’unica proprietà, con una cantina che racchiude tutte le eccellenze italiane. Nella sessione pomeridiana saranno invece presenti in catalogo più proprietà italiane di appassionati collezionisti che hanno conservato le proprie bottiglie nelle migliori condizioni.