COMMENTI ESPOSITORI PITTI BIMBO 88

Gian Giacomo Ferraris, Ceo Roberto Cavalli:
Siamo davvero entusiasti della nostra partecipazione a Pitti Bimbo 88 con il lancio della capsule Roberto Cavalli Junior ❤ Cracking Art. Riteniamo che il salone e Firenze siano sempre il contesto perfetto per presentare un progetto alla stampa e ai buyer specializzati del settore childrenswear.

Silvia Panizzi, Amministratore Delegato AMA GIOCONATURALMENTE:
In questa edizione ho riscontrato una buona affluenza, ancora più numerosa dell’ultima edizione. La posizione all’interno di Fancy Room ci garantisce un’ottima visibilità. Siamo un’azienda di distributori italiani e per noi la presenza di buyer italiani era importante, sono molto soddisfatta.

Desiree Van Doremalen, Managing Director Happy Horse, Olanda:
Un’edizione davvero busy! E’ la terza volta che partecipiamo a Pitti Bimbo e sono davvero soddisfatta. Fancy Room mi piace molto, è semplice da allestire e ci garantisce visibilità. Abbiamo registrato un buon equilibrio di compratori italiani ed internazionali. Torneremo sicuramente all’edizione estiva!

Alberto Petruzzelli, General Manager Hape:
Pitti Bimbo è una fiera unica ed elegante, la trovo perfino migliorata a livello di servizi. In questa edizione abbiamo partecipato all’interno della sezione Fancy Room registrando una bella affluenza di compratori, posso dire di essere soddisfatto!

Hélène Olivier Schmite, Childrenswear Manager Yves Salomon:
Pitti Bimbo rappresenta il nostro modo di dare il benvenuto ai clienti di tutto il mondo che non incontriamo a Parigi, oltre chiaramente alla volontà di trovare nuove collaborazioni. Siamo soddisfatti di questa edizione, abbiamo registrato una buona affluenza e la posizione all’interno del Padiglione Centrale è perfetta per noi.

Francesco Pizzuti, Amministratore Delegato Ucw-Unique Children Wear (Marcelo Burlon):
Pitti Bimbo è la piattaforma di lancio e il motore di inizio della campagna vendite, rappresenta un momento di incontro importante per capire i punti di forza delle nostre collezioni. Sono soddisfatto di questa edizione, sia per l’affluenza riscontrata allo stand di Marcelo Burlon che per l’interesse dimostrato verso il lancio della capsule collection di Barbie.

Enrico Carnio, Sales Manager FGF Industry (Blauer):
Pitti Bimbo è la fiera di riferimento per il mondo del childrenswear, così come Pitti Uomo lo è per il menswear. E’ una grande occasione di visibilità ed è fondamentale partecipare. Abbiamo registrato una grande affluenza, in modo particolare durante il primo giorno della fiera, da parte di buyer italiani e europei.

Nino Leotta, Kids Sales Director Ciesse Piumini:
E’ la prima volta che partecipiamo a Pitti Bimbo e ci siamo trovati molto bene. Il salone presenta un layout creativo e abbiamo incontrato un mix equilibrato di compratori sia italiani che internazionali.

Ophélie Ondo, proprietaria Jolee Mome, Lione:
E’ la prima volta che partecipo a Pitti Bimbo. La fiera è davvero meravigliosa e l’organizzazione molto curata.

Serena Di Scalzo, Creative Director Loud Apparel:
In questa nuova location all’interno degli Archivi abbiamo registrato un’affluenza maggiore rispetto alla scorsa edizione. Abbiamo incontrato molti compratori italiani e internazionali, provenienti soprattutto da Asia e Russia. Organizzazione molto buona.

Thuy T H Pham, Fondatrice Hannah & Tiff, Londra:
Pitti Bimbo è un salone meraviglioso! Sono rimasta davvero colpita. L’allestimento è davvero creativo e curato nei dettagli, ho incontrato molti buyer e agenti italiani ed era quello che cercavo maggiormente. E’ la prima volta che partecipo ad una fiera in Italia e tutte le mie aspettative sono state ampiamente soddisfatte.

Team di BM Srl (Nice Licensing):
Abbiamo ricevuto un buon riscontro, soprattutto durante la prima giornata della fiera e in occasione dell’evento organizzato presso il nostro spazio. In questa edizione abbiamo coinvolto brand che dettano la tendenza del momento, come il mondo del videogioco, del lifestyle e delle uscite cinematografiche del 2019. Il servizio sta funzionando e le aziende sono ancora più strutturate e organizzate rispetto alle precedenti edizioni.