Spazio ai talenti del knitwear con il

Fashion Show del Master in CKD di Accademia Costume & Moda e Modateca Deanna

Sala della Ronda - Fortezza da Basso

Alla Sala della Ronda, mercoledì 23 gennaio, sfilano le collezioni di nove studenti internazionali del Master di Primo Livello in “Maglieria, Creative Knitwear Design” di Accademia Costume & Moda di Roma. Alla seconda edizione, il progetto è promosso e organizzato da Fondazione Pitti Immagine Discovery insieme a Accademia Costume & Moda e Modateca Deanna e punta a far emergere il talento dei giovani designer e le eccellenze della maglieria. In scena anche i vincitori degli Special Project realizzati in collaborazione con Benetton Group, Roberto Collina, Max Mara, Ermanno Scervino e Napapijri & The Woolmark Company.

“Siamo felicissimi di presentare la seconda edizione del fashion show del Master in Maglieria, Creative Knitwear Design – dice Andrea Cavicchi, presidente della Fondazione Pitti Immagine Discovery – anche alla luce del successo del primo appuntamento, dell’altissima qualità dei capi e del lavoro svolto dagli alunni. Crediamo molto in questa collaborazione tra la Fondazione e Accademia Costume & Moda e Modateca Deanna, e siamo convinti che Pitti Filati sia il contesto ideale per questa presentazione: per il suo ruolo di riferimento per il lavoro creativo e l’innovazione nella filiera produttiva, e al tempo stesso piattaforma importante per i talenti emergenti. E ospitare a questa edizione anche le creazioni vincitrici degli Special Projects del Master è un ulteriore valore aggiunto, sia per i giovani designer sia per il pubblico stesso della manifestazione, tra i quali ci sono i più importanti uffici stile delle case di moda internazionali”.

“Siamo molto grati a Fondazione Pitti Immagine Discovery – aggiunge Alberto Lupo Lanzara, Vice Presidente, Accademia Costume & Moda – per la continua opportunità data agli allievi del Master in Maglieria di presentare le loro collezioni in occasione della più importante fiera di settore al mondo. Una opportunità unica come unico è il nostro Master che nasce grazie alla visione e alla generosità non solo di Modateca Deanna, dove tra l’altro i ragazzi risiedono e studiano ma anche di altre 40 aziende del distretto, ognuna con la propria identità e specificità, che massimizzano l’esperienza formativa degli studenti: “Ricerca & Cultura”, “Design & Progetto”, “Artigianato, Processo ed Industria”, “Sostenibilità & Innovazione”, “Prodotto, Comunicazione e Posizionamento”.

Inoltre, come conclude con entusiasmo Sonia Veroni, CEO Modateca Deanna e CKD Master Director, “l’obiettivo di CKD Master è quello di formare giovani creativi con competenze di knitwear. Questo è possibile solo attraverso una formazione specifica e in collaborazione con i nostri Partner italiani che rappresentano il fiore all’occhiello della filiera. La maglieria è una maglia che si crea dal legame necessario di molte competenze, tra artigianato e industria e in questo Master questa magia c’è tutta! Grazie a tutti i nostri Partner e alla Fondazione Pitti Immagine Discovery abbiamo l’opportunità di mostrare l’enorme lavoro di creatività e di ricerca realizzato in questo Master”.

Ecco gli studenti e le aziende coinvolte: Lis Bazan Arevalo (Volcar), Alessandra Dimiccoli (Maglificio Innocenti), Hannah Jane Duncan (Maglificio Marilina), Jiawen Gan (Maglificio Pistillo), Elisa Paulina Herrmann (Melys e SMT), Sonali Kumari (Zanni Maglieria), Dario Tubiana (Salgari, in collaborazione con Alpaca del Perù), Giulia Valabrega (D’Avant Garde Tricot), Qiying Song (Loma). Le collezioni sono realizzate con la partnership di Cariaggi Lanificio, Filpucci, Iafil, Inca Tops, Linea Più, Millefili, Zegna Baruffa Lane Borgosesia.

In passerella sfileranno anche i vincitori degli Special Projects: il contest partito all’inizio dell’anno accademico, per il quale le aziende Benetton Group, Roberto Collina, Max Mara, Ermanno Scervino e Napapijri & The Woolmark Company hanno presentato agli studenti un brief creativo, sul quale progettare una capsule collection ad hoc per ogni concept proposto dal brand.

Ecco i temi dei brand con i rispettivi vincitori:

Progetto United Colors of Benetton
: Gli studenti di CKD Master hanno interpretato l’identità creativa del brand, lavorando su colori, volumi e punti e valorizzando il concetto di maglieria. Benetton ha selezionato due studenti: Lis Bazan Arevalo, che sfilerà con una collezione donna, e Dario Tubiana, che presenterà una collezione uomo.

Progetto Roberto Collina: Il brand ha chiesto ai giovani designer di lavorare sul tema del Giappone, interpretandone personalmente la cultura e le tradizioni. Roberto Collina ha selezionato come studente vincitrice Alessandra Dimiccoli, che sfilerà con una collezione uomo/donna.

Progetto Max Mara: Partendo da un approfondimento della storia del Brand, Max Mara ha chiesto di interpretare in chiave internazionale una collezione di maglieria e Jersey rivolta ad un‘occasione d’uso quotidiana e di tempo libero. La studentessa vincitrice, Qiying Song, sfilerà con una collezione donna mirata a questo scopo.

Progetto Ermanno Scervino: Ermanno Scervino ha chiesto agli studenti di CKD Master di reinterpretare i codici stilistici del brand con innovazione e fantasia, partendo da materiali di lavorazione iconici del brand: pizzo, jacquard, righe, punti luce. Elisa Paulina Herrmann è stata la studentessa selezionata e sfilerà con una collezione donna.

Progetto Napapijri & The Woolmark Company in collaborazione con STOLL: Il brand Napapijri ha proposto agli studenti di lavorare sul tema Fashion and Performance, con particolare attenzione al concetto Make It Better. Attraverso questa filosofia, Napapijri ha abbracciato un’innovazione di prodotto volta a migliorare la vita dei consumatori apportando al tempo stesso un contributo significativo al benessere del pianeta. Questa mentalità, radicata nel DNA del marchio, si manifesta nella ricerca costante di alternative sostenibili, che riducano ulteriormente l’utilizzo di prodotti di origine animale, e da cui possono nascere nuove opportunità di design per dare ai consumatori prodotti con migliori performance tecniche. Gli studenti avevano il compito di sviluppare capi sportivi e performanti che potessero essere impiegati in diverse occasioni d’uso, con particolare attenzione all’aspetto fashion and design. Questo progetto vede come partner principali The Woolmark Company, STOLL, Zegna Baruffa Lane Borgosiesia e Sudwolle.

I nove studenti di CKD hanno realizzato 9 outfit, in collaborazione con i maglifici: Artemaglia Fashion e SAT Knitting Machine (Lis Bazan Arevalo e Qiying Song), Maglificio Pistillo (Alessandra Dimiccoli), Maglificio Loredana (Hannah Jane Duncan), Metaphor (Jiawen Gan), Paima (Elisa Paulina Herrmann), Ommy (Sonali Kumari), Della Rovere (Dario Tubiana), Melys (Giulia Valabrega). Una selezione degli outfit dei giovani designer sarà esposta in un’installazione nel padiglione centrale al piano terra.

Un progetto speciale è stato infine realizzato in collaborazione con The Woolmark Company, main partner di CKD Master fin dal primo anno accademico.

THE WOOL LAB: CKD Master ha interpretato per The Woolmark Company un progetto dedicato al Knit-Tech – Knitwear Evolution. I campioni realizzati in collaborazione con STOLL sono stati inseriti all’interno del progetto Spring Summer 2020 THE WOOL LAB Preview, una guida stagionale che raccoglie i migliori tessuti e filati d’archivio. Mentre la ricerca artigianale degli studenti di CKD Master sarà inserita nel THE WOOL LAB, un’autentica guida di ispirazione funzionale con tessuti e filati di lana presenti in commercio che sarà presentata in anteprima a Pitti Filati 2019.