La parola ai tutor delle scuole che hanno seguito gli studenti nel loro percorso accademico

Accademia Costume & Moda

Torna su

Santo Costanzo

Permettere ad un giovane designer di mettere alla prova la propria creatività, applicandola al mondo della maglieria, è una grande opportunità di crescita e di conoscenza del prodotto. Il supporto delle aziende, che si affiancano agli studenti nella realizzazione del progetto, inoltre, dà ai ragazzi la possibilità di relazionarsi in modo concreto con i tempi di produzione e le criticità, sempre stimolanti, che si incontrano nel mondo del lavoro. Feel the Yarn è una vera fucina di talenti e essere presenti con le Capsule Collection di Valeria Grussu e Rossella Coppola, un onore. Muoversi tra filati di altissima qualità, cartelle colore e nuovi trend è stata per loro una sfida per la creazione di forme di design contemporanee.

BIFT - Beijing Institute of Fashion Technology

Torna su

Guo Ruiping

Per gli studenti questa è un’ottima opportunità di comunicazione. Questo concorso consente di esplorare le loro capacità individuali ed è anche un modo per sperimentare nuove tecnologie da bidimensionale a tridimensionale. 

Bunka Fashion College

Torna su

Hiromi Yagihara

Siamo onorati di poter partecipare a FEEL THE YARN. Quando usiamo i filati delle aziende partner coinvolte nel progetto, notiamo immediatamente l’alta qualità dei materiali. Il nostro istituto è l’unica scuola in Giappone invitata a partecipare al concorso e i nostri studenti hanno l’opportunità di imparare non solo il lavoro a maglia ma ad utilizzare le macchine per maglieria. Le creazioni di quest’anno sono state concepite, realizzate e completate dai nostri studenti. Ci auguriamo che la collaborazione tra i nostri giovani creativi e le filature italiane prosegua anche in futuro.

Hanyang Women's University

Torna su

Yoon Mee Lee

Siamo molto felici di partecipare al concorso FEEL THE YARN 2017. La nostra giovane studentessa, futura promessa del mondo della maglieria, crescerà ulteriormente attraverso questo concorso. Basandosi sul tema del concorso KNIT MIX, la studentessa è riuscita a sviluppare le sue creazioni con creatività. L’ho spinta a creare nuovi punti maglia con i filati italiani di alta qualità e sviluppare i suoi lavori con diverse tecniche di lavorazione. Io e la mia studentessa siamo molto entusiaste di poter condividere e confrontarci sulle sensibilità creative espresse nei meravigliosi progetti degli altri partecipanti al concorso.

Hochschule Luzern

Torna su

Christa Michel - Tina Moor

L’Universtià di Lucerna offre agli studenti del design tessile una formazione applicata, lavorando regolarmente con diverse compagnie nella Svizzera e nel estero (Hugo Boss, Création Baumann, Mitwill etc.)

La collaborazione con le aziende italiane toscane di alta qualità arricchisce l’esperianza di cooperazione per le studentesse coinvolte. Apprezzoquesta grande opportunità, chelestudentesse possono presentarsiin fiera “Pitti filati” ericeverereazioni positivee criticheal loro lavoro.

Hochschule Niederrhein

Torna su

Ellen Bendt

Partecipare a FEEL THE YARN è un grande onore per il “Niederrhein University of Applied Science” e una fantastica opportunità per i nostri studenti di mostrare le loro capacità creative e la conoscenza della maglieria al mondo professionale e di entrare in contatto con le industrie internazionali del settore moda.

È un piacere poter lavorare con filati innovativi, raffinati e di qualità forniti dalle filature italiane. Desidero ringraziare CPF e Pitti Immagine Filati e tutte le filature italiane che partecipano al concorso per il loro prezioso supporto dato agli studenti nella realizzazione di questo progetto.

Hochschule Trier

Torna su

Dirk Wolfes

Pitti Immagine Filati è la più prestigiosa manifestazione del settore filati al mondo. Il concorso FEEL THE YARN, parte di questa fiera riconosciuta su scala globale, è una fantastica opportunità per gli studenti di lavorare a stretto contatto con le migliori filature italiane ed è anche per entrambi una collaborazione istruttiva. Per la loro crescita personale è un percorso straordinario per il loro futuro professionale. E’ necessario avere designer ben formati per poter soddisfare le esigenze sempre più complesse e il concorso FEEL THE YARN è un’eccellente iniziativa per affrontare con responsabilità le necessità future. Siamo molto orgogliosi e siamo molto onorati di partecipare a FEEL THE YARN e di rappresentare il nostro istituto durante Pitti Filati.

IED Istituto Europeo di Design

Torna su

Emma Holborow

Per gli studenti è una meravigliosa opportunità. Una full immersion, un’occasione per entrare in contatto con il mondo della maglieria, avvicinandoli ad un approccio più professionale nella progettazione, dando loro anche la possibilità di sperimentare e di realizzare con i filati maglie creative. 

Kingston University

Torna su

Samantha Elliott

BA (Hons) Fashion del Kingston University è ancora una volta onorato di poter partecipare a FEEL THE YARN. Questa è un’opportunità emozionante per i nostri studenti di lavorare con i filati più innovativi e creativi di alta qualità. Sviluppa ulteriormente la nostra collaborazione con le aziende e stimola le idee degli studenti e le loro capacità. Le possibilità offerte da questo concorso sono eccezionali. Gli studenti che hanno già partecipato nelle passate edizioni hanno potuto beneficiarne. Gli incontri con le filature hanno consentito loro di comprendere meglio la realtà industriale e di creare una rete di relazioni attraverso la manifestazione. Ringraziamo Ornella e il suo team.

Polimoda

Torna su

Danilo Venturi

“Ogni anno la partecipazione a Feel the Yarn offre ai nostri studenti l’occasione di confrontarsi con il mondo dei filati nell’ambito di una delle più importanti manifestazioni internazionali nel settore. Il confronto con le aziende e la realtà produttiva è parte integrante della metodologia didattica di Polimoda e consente di integrare la creatività dei nostri designer con le competenze tecniche richieste dal mercato.”

Politecnico di Milano - Scuola del Design

Torna su

Giovanni Maria Conti

Questo è uno dei pochi eventi internazionali che consente di confrontarci con il mondo reale; è un’occasione importante per i nostri studenti. Dedichiamo molto tempo e siamo grati per l’opportunità e per lo stimolo che ogni volta ci offre questo concorso. Evviva!