Le Italie della Moda.
Menti e mani eccellenti

Un format sui grandi protagonisti della moda italiana, a cura di Angelo Flaccavento e prodotto da Sky Arte HD

Palazzo Gondi

Le Italie della Moda. Mani e menti eccellenti” è una serie di documentari prodotti da Sky Arte HD (canali 120 e 400 di Sky), con la regia di Francesco Imperato, a cura di Angelo Flaccavento.

Nove puntate sviluppate attraverso video interviste, ritratti d’autore e approfondimenti critici volti a restituire la multiforme varietà del Sistema Moda Italia, con le sue peculiarità e i suoi protagonisti, le sue strategie, le sue strane alchimie e figure antitetiche. 

 
Individualisti, anarchici, naturalmente privi di qualsiasi attitudine a fare squadra – dice Angelo Flaccavento, curatore del progetto - poco inclini al melting pot e molto campanilisti, gli Italiani sono nondimeno le menti e mani eccellenti della moda: senza il loro fondamentale e individuale contributo, il sistema crollerebbe, privato di visioni imprenditoriali, realtà produttive e figure creative in non pochi casi visionarie. Non una Italia, dunque, ma numerose Italie: tante quanti sono i protagonisti che la popolano. Dall’importanza del family business al ruolo centrale che la culla della provincia offre allo sviluppo di idee dirompenti, fili sottili collegano le diverse storie, senza una vera unità. Ogni realtà italiana è sempre un caso a sé stante: la diversità caleidoscopica è l’essenza autentica dell’italianità”. 
 
Uno degli obiettivi di Sky Arte è quello di raccontare le eccellenze artistiche italiane per approfondire – spiega Roberto Pisoni, direttore di Sky Arte HD (qui una speciale intervista) – oltre gli esiti estetici ed economici, i processi che producono tale bellezza e qualità. Ecco perché ci interessa narrare l’impegno, la creatività, la ricerca, l’ispirazione, il lavoro artigianale che si cela dietro ogni abito e accessorio che hanno reso la moda italiana così paradigmatica nel mondo. Insieme a Pitti Immagine abbiamo così deciso di realizzare nove documentari sulle Italie della moda, cambiando il punto di vista, tralasciando la seduzione del glamour, finora l’unica che ha avuto cittadinanza in tv, e privilegiando invece una visione a tutto tondo con un taglio più documentaristico e in linea con il nostro stile”.
 
Le Italie della Moda, un format che prevede sviluppi successivi, riflette la vitalità e viralità del fashion system italiano. Ciascuna puntata, dall’impianto tematico e non monografico, è attraversata da voci diverse, nella consapevolezza che certe storie toccano più categorie. Si parte da una delle peculiarità assolute dell’Italia, l’industria artigianale, per poi riflettere sull’importanza della materia, sul valore dell’artigianato, della famiglia e della provincia e arrivare infine alle figure di spicco del sistema, dagli imprenditori, agli stilisti-imprenditori, ai creativi puri, siano essi i big o le figure della nuova moda italiana. Comprendere e ritrarre le Italie della moda ha senso soprattutto se si esce dagli schemi prefissati. 
 
Giornalista di moda indipendente, fa base a Ragusa, nell’estremo sud-est siciliano. In continuo movimento, è affiliato a un fitto network di pubblicazioni nazionali e internazionali. Collabora regolarmente con Il Sole 24 Ore, L’Uomo Vogue e Flair. È contributor di Fantastic Man, The Gentlewoman, Studio e fashion features editor per i semestrali Hunter e Dapper Dan. Ha pubblicato saggi in diversi volumi - Walter Albini, Una nuova moda italiana, Giambattista Valli - e curato la mostra Vestirsi da Uomo, in collaborazione con TheCorner.com, all'interno di Pitti Uomo 83.

I progetti di Fondazione Pitti Discovery sono realizzati grazie al contributo del CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA e di PITTI IMMAGINE