Luci ed emozioni sul Ponte Vecchio

Ponte Vecchio

In occasione di “Firenze Hometown of Fashion” Stefano Ricci dona alla propria città la nuova illuminazione del Ponte Vecchio, con un grande spettacolo acquatico.

La nuova illuminazione del Ponte Vecchio - che segue la donazione della nuova luce della Loggia de’ Lanzi con cui Stefano Ricci ha festeggiato il 40° anniversario della propria attività, al termine di un’indimenticabile sfilata nella Galleria degli Uffizi - sarà al centro dei festeggiamenti del 16 giugno e sarà accesa da un ospite d’eccezione, il Maestro Andrea Bocelli. Proprio il tenore – la cui presenza a Firenze viene offerta da Stefano Ricci – lo stesso giorno terrà un concerto al Nuovo Teatro dell’Opera per l’inaugurazione di “Firenze Hometown of Fashion”.
Ad accompagnare l’accensione della nuova illuminazione sul Ponte, simbolo della città, ci sarà anche “Fous de Bassin”, lo spettacolo acquatico sull’Arno, realizzato – grazie a una importante partnership che verrà annunciata nelle prossime settimane - in esclusiva per Firenze, dagli artisti francesi della compagnia “Ilotopie”, i quali faranno vivere ai fiorentini e agli ospiti internazionali una serata unica.
Ilotopie, gruppo di artisti nato nel 1979, si è affermato nel mondo grazie all’unicità delle proprie rappresentazioni, conquistando il pubblico di Mosca, Dubai, Parigi, Lione, Istanbul. Per la prima volta presenterà in Italia uno spettacolo completo dopo alcune esibizioni, con una piccola presenza, a Venezia (Canal Grande, inaugurazione del Carnevale 2011). 
 
“Il mio desiderio – ha spiegato Stefano Ricci – è quello di donare un’emozione, e chiedo aiuto alla mia Firenze per coronare un progetto così ambizioso e al tempo stesso rispettoso della miglior tradizione di questa città. Credo sia doveroso, oggi, che la moda fiorentina renda omaggio alla propria città, celebrandone e valorizzandone la bellezza”.
Abbiamo ritenuto di allargare l’invito di questo momento celebrativo a tutti i fiorentini che vorranno condividere una festa pensata per la città e per i suoi ospiti” è il commento di Filippo Ricci, direttore creativo della Casa di moda. “Un impegno che consolida il nostro radicamento nel territorio – ha concluso Niccolò Ricci, amministratore delegato – sia in termini di produttività sia occupazionali, oltre che di ospitalità e di attenzione a Firenze”.