INTERVISTE BUYER PITTI FILATI 85

Pamela Jacobs, Product Associate Sweaters Rag & Bone, New York:
Pitti Filati è un appuntamento importante del nostro calendario: ci permette di incontrare le persone con cui lavoriamo, di rafforzare le relazioni interpersonali e scoprire in anteprima le nuove tendenze. Mi sono piaciute molte le presentazioni proposte dai maglifici con allestimenti davvero notevoli, e ho apprezzato il concorso Feel the Yarn, sia per il concept stesso che per la grande occasione di visibilità offerta agli studenti. Di grande attualità la nuova sezione Sustain-able, dedicata alla sostenibilità, un trend sempre più radicato e in continua crescita.

Massimo Nicosia, Men’s Design Director Zegna:
Un’atmosfera positiva e tante presenze internazionali di spicco: da Hong Kong a Parigi, da New York a Londra, i designer delle aziende più importanti del mondo partecipano a Pitti Filati. Un appuntamento al servizio del designer e del brand, insuperabile punto di partenza dove si mettono insieme i propositi della nuova collezione. Un luogo dove trovare spunti di ispirazione, che dalla maglieria possono influenzare altri settori della produzione, come il tessile. Accanto a questo, l’eccellenza della proposta di Vintage Selection, il prestigio dei negozi fiorentini e il fatto che la maggior parte dei nostri fornitori di tessuti si trovi a Prato.

Tae Ashida, Jun Ashida, Tokyo:
È la mia prima volta a Pitti Filati ed è davvero stimolante essere qui! Qui nascono il trend del futuro. Una proposta molto tecnica, dove è importante scoprire le proprietà del filato e il suo utilizzo, ma immersa in un’atmosfera creativa e stimolante. Ho incontrato addetti del settore provenienti da ogni parte del mondo, con una grandissima preparazione e un bagaglio culturale incredibile. A rendere unica Pitti Filati sono le relazioni interpersonali, lo scambio di know-how e l’opportunità di stringere nuove collaborazioni. Ho davvero apprezzato la nuova direzione eco-friendly, perfettamente in linea con le richieste del mercato.

Ekaterina Astashkina, Manager 12Storeez, Mosca:
Il 40% della nostra collezione è rappresentato dalla maglieria: Pitti Filati è un appuntamento fondamentale! L’atmosfera è bellissima e il livello delle aziende molto alto. In questa edizione ero alla ricerca di nuovi produttori di filati, e le opportunità per contattarli direttamente non sono mancate. È importante sfruttare tutti e tre i giorni della manifestazione, per coprire gli appuntamenti e avere il giusto tempo di vedere le diverse proposte delle aziende.

Noriaki Matsuura, Tomorrowland, Tokyo:
L’atmosfera è davvero piacevole! Molti nostri fornitori partecipano a Pitti Filati e la fiera rappresenta un’ottima occasione per vederli tutti in una sola volta, oltre ad una grande opportunità per scoprire in anteprima le tendenze del mondo della maglieria. Ho trovato questa edizione di Feel the Yarn davvero interessante! Anche la sezione Knitclub è cresciuta, anche accogliendo nuovi brand giapponesi e offrendo loro un’importante vetrina. La fiera ha un livello qualitativo molto alto e la sua organizzazione è perfetta.

Irene Mueller, Senior Manager Development Knitwear Escada, Monaco:
Partecipo a Pitti Filati dal 1994 e l’impressione è che stia crescendo nuovamente, diventando ancora più interessante a livello di ispirazione. Paragonata a tutte le altre manifestazioni del settore la sua atmosfera è diversa e più piacevole: è come essere in famiglia! Quello della maglieria è un mondo dove si sente ancora una forte creatività: sono necessarie grandi competenze tecniche e la fiera permette di capire i processi di lavorazione del filato e le sue possibili combinazioni. Molto interessante la sezione Sustain-able e il concorso Feel the Yarn dedicato ai giovani talenti.

Steven Weintraub, Design Director HBC, New York:
Non perdo un’edizione di Pitti Filati! Stavolta ho trovato un’atmosfera ancora più aperta e creativa. Cercavo nuovi processi produttivi, più luxury e sostenibili e le mie aspettative sono state soddisfatte. La fiera è importante per la sua ricca proposta di filati italiani: ammiro la creatività, l’innovazione e la tecnologia del vostro Paese! Inoltre la proposta di filati eco-friendly e riciclati è ancora più sviluppata, in linea con le richieste di oggi.

Thierry Da Costa, Women Knitwear Product Manager Balenciaga, Parigi:
Mi è piaciuto moltissimo il nuovo spazio Sustain-able! Credo sia importante avere un impatto positivo sulla sostenibilità e una visione in linea con il benessere dell’ambiente. Ritengo Pitti Filati un appuntamento fondamentale per incontrare tutti i nostri fornitori due volte l’anno. È una community di addetti del settore, che rende facili e piacevoli le occasioni di scambio e incontro. Inoltre rappresenta un’opportunità unica per avere una panoramica globale di tutte le tendenze della nuova stagione.