NUOVE SFIDE ALL’ORIZZONTE

Ex Banca di Roma

Aspettando la sfilata-evento di matedì 13 giugno dove saranno protagoniste le collezioni dei migliori studenti dell'istituto Marangoni di Milano, Londra e Parigi abbiamo parlato con il direttore dell’istituto Marangoni di Firenze, Fabio Siddu, che riflette con noi sulle esigenze del mercato, sulle sfide lavorative del futuro, raccontandoci dell’evento.

Cosa ci si deve aspettare dai nuovi talenti? Di cosa la moda ha bisogno da loro?

"I nuovi talenti sono chiamati ora più che mai ad attivare dinamiche dirompenti nel fashion system, che siano di stimolo a modelli di business alternativi, nuove tendenze e soprattutto mettere in discussione le regole del gioco, attraverso la ricerca di diverse nicchie di mercato, nuovi bisogni e modi di fare e contribuire all’impresa “moda” tutta. Noi insegniamo ai nostri ragazzi i fondamenti della moda, diamo loro gli strumenti necessari per lavorare in tutti i suoi ambiti dal fashion design, al fashion styling al fashion business, con tecniche educative solide e coinvolgenti che si basano su 80 anni di heritage nell’insegnamento. Contestualmente cerchiamo di stimolare la loro vena creativa, imprenditoriale e manageriale, per sapersi distinguere e avere successo nell’impresa e in azienda.” 
 
Quale senti essere il tuo compito fondamentale, come direttore di una scuola che cresce i talenti creativi di domani?
La mission di tutti noi impegnati nell’alta formazione dedicata al sistema moda è di guidare i giovani che si affacciano a questo meraviglioso mondo, facendo conoscere loro tutte le professioni che vi gravitano e le loro mille sfaccettature. Cogliamo in loro l’attitudine talentuosa, per indirizzarla verso il saper fare e adattarla alle best practices che fanno parte del nostro metodo di insegnamento dal 1935. Cerchiamo di trasferire loro lo spirito di sacrificio e la voglia di confrontarsi, sempre e in maniera dinamica, con un contesto in continuo divenire che caratterizza tutti i mestieri della nostra industry.
 
Come nasce il concept del vostro evento?
L’idea è proprio quella di supportare i nostri studenti più talentuosi dell’area Menswear, provenienti delle scuole Milano, Londra e Parigi, dando loro piena visibilità nella piazza di Pitti Immagine Uomo. 10 migliori stilisti appena diplomati nelle tre scuole sfileranno, il 13 giugno alle 14:30, con le loro capsule collections in una location inedita per Firenze: la Ex banca di Roma, che sorge nel cuore del centro storico ed è vicinissima alla nostra scuola.

Aspettative da Pitti Uomo, cosa vorresti vedere?
Nuove sfide e soprattutto opportunità per i nostri ragazzi, anche grazie all’affermarsi di marchi emergenti e al consolidarsi dei gruppi più forti, per i quali nel 2017 ci si attende performance in netta ripresa rispetto allo scorso anno, specialmente nel segmento del lusso (fascia alta), e del “lusso accessibile” (fascia media e medio-alta).