Pitti Fragranze 17: i commenti dei buyer

Marion Faber, CEO di NAEGELE & STRUBELL, Vienna:
“Questa edizione mi è piaciuta ancora di più delle precedenti: è più concentrata, ci sono davvero i brand di nicchia e non quelli che pretendono di esserlo. Ho trovato molti marchi nuovi con cui voglio iniziare presto una collaborazione. Sono rimasta davvero impressionata anche dal programma del salone: Jean-Claude Ellena è un highlight, diciamo pure la big star del mondo della profumeria e averlo qui oggi è un valore aggiunto incredibile. La retrospettiva dedicata al suo lavoro è stata una bellissima idea e mi è piaciuto molto il modo in cui le fragranze sono state presentate”.

Arielle Shoshana, proprietaria Arielle Shoshana Scented Luxuries, Washington DC:
“Pitti Fragranze è meravigliosa: il livello di selezione è alto e il mix tra brand già affermati e nomi emergenti è ottimo. Ho apprezzato moltissimo il focus sul mondo dello skincare, un settore davvero in crescita, l’ho trovato attuale e molto utile. L’experience della retrospettiva di Jean-Claude Ellena è stata poi un’ottima idea: molti suoi profumi sono difficili da trovare e poterli scoprire tutti insieme è stato un momento emozionante”.

Edorado Bertozzini, proprietario Profumeria Bertozzini, Roma:
“Il layout della fiera è sempre molto accogliente, si respira un’atmosfera coinvolgente rispetto ad altre manifestazioni. Definirei Pitti Fragranze un’esposizione più che una fiera vera e propria: gli stand hanno più spazio rispetto al passato per le loro presentazioni, che sono personalizzate e ben curate. Io e la mia famiglia – la nostra profumeria è alla quarta generazione – partecipiamo da sempre perché Fragranze rappresenta un’opportunità di contatto con le aziende con cui già collaboriamo, e di ricerca e scouting di nomi nuovi. Inoltre la location della Stazione Leopolda è davvero suggestiva”.

Vivienne Zhu, Product Development Director Beast, Shanghai:
“E’ la prima volta che partecipo a Fragranze. L’ho trovata una fiera davvero professionale, non grandissima ma molto concentrata e focalizzata su un segmento di brand di nicchia molto interessanti, con un layout così fashionable. Cercavo in particolare dei concept originali e dei materiali nuovi e le mie aspettative sono state più che soddisfatte. Ho preso contatti per il mio store sia con alcuni brand italiani sia con altri internazionali”.

Fleur Kenny, Assistant Buyer The Conran Shop, Londra:
“Per me è stata la prima volta a Pitti Fragranze e sono rimasta colpita dalla sua qualità. La fiera presenta un ottimo mix di brand, tutti super esclusivi e provenienti da tutto il mondo. Ero interessata sia al mondo della profumeria sia a quello dello skincare, purché contraddistinti da una filosofia green, come un packaging sostenibile e una confezione ricaricabile, oltre ovviamente al contenuto eco-friendly dei prodotti. Sono tutti aspetti che i nostri clienti ci richiedono: ormai l’attenzione all’ambiente non è più una tendenza ma una realtà consolidata. Tra la mostra, i talk organizzati e l’ambiente che ospita il tutto, il salone è davvero un’ottima combinazione”.

Christopher Hughes, proprietario Cow, Stoccolma:
“Fragranze è un’esperienza incredibile, che sarà un appuntamento immancabile nel mio calendario. La location è fantastica, lo spazio è molto luxury e rispecchia pienamente le proposte della fiera. Sono qui sia per incontrare altri retailer e addetti del settore – ritengo che il confronto sia un aspetto molto importante del nostro lavoro – che per trovare nuovi brand con cui collaborare per il mio store, e posso ritenermi più che soddisfatto. Inoltre il calendario eventi è super, non mi sono perso nemmeno un talk: il programma comprende un buon mix di topic del momento, inoltre Chandler Burr e Jean-Claude Ellena sono le super star del mondo della profumeria, quindi non importa aggiungere altro”.

Maja Milojević, Retail Director Metropoliten, Belgrado:
“Pitti Fragranze è una fiera incredibile. Una vera e propria esperienza che porta a scoprire i lati più sperimentali del profumo, nella cornice di una location splendida come la Stazione Leopolda. Lavoro già con alcuni dei brand presenti ma ho trovato diversi nomi nuovi con cui spero di iniziare presto una collaborazione: mi è piaciuto soprattutto il fatto che questi marchi stiano pensando al futuro, a cosa possono offrire in più rispetto a tutto quello che già abbiamo, all’ambiente e al packaging. La fiera inoltre offre una grande varietà di eventi come talk e conferenze: su tutti il nome di Jean-Claude Ellena. Scoprire il suo nuovo profumo in anteprima è stato pazzesco. Il team di Pitti ha fatto davvero un ottimo lavoro”.

Isabel and Alicia Fernàndez Pascual, proprietarie Nadia Perfumerias, Madrid:
“Pitti Fragranze è cresciuta. La fiera è molto più creativa e artistica rispetto al passato, i brand hanno più spazio per le loro presentazioni e si è creato un legame con tutta la città di Firenze che è un aspetto davvero importante per noi buyer. Gli eventi organizzati in città, così come il programma di talk e di conferenze organizzato all’interno della Stazione Leopolda, rappresentano quel qualcosa in più che esula dall’aspetto economico e prettamente business e che, per chi lavora nel mondo della profumeria artistica, è un aspetto fondamentale. La fiera mantiene viva la fiamma di arte e cultura che contraddistingue questo mondo. L’idea di invitare Jean-Claude Ellena è stata meravigliosa. Davvero complimenti a tutti”.

Andrea Ottaviano, proprietario Ottaviano Parfums et Beauté, Biella:
“Sono tornato a Pitti Fragranze dopo un periodo di assenza e devo dire che ho ritrovato una fiera in splendida forma, con il ritorno di molto brand di nicchia interessanti e la perdita di alcuni nomi più commerciali. Sono in fiera solo per un giorno quindi non ho avuto modo di partecipare ai diversi eventi organizzati, ma quella di Jean-Claude Ellena è una presenza davvero significativa. Organizzazione ineccepibile come sempre. Ci rivediamo il prossimo anno!”

Evgeniya Popova, Beauty Manager Sanahunt, Kiev:
“E’ la prima volta che partecipo a Fragranze e sono davvero colpita. L’atmosfera è piacevole, forse grazie anche all’allestimento della fiera così aperto e rilassato. Ho deciso di partecipare per conoscere le ultime novità del mondo dei profumi e dello skincare: i nostri clienti sono persone che viaggiano in tutto il mondo, molto esigenti e attenti alla qualità e dobbiamo essere sempre aggiornati su tutto quello che succede nel mercato. Ho trovato diversi brand con cui vorrei iniziare a lavorare, sia quest’anno che in futuro. Interessante il calendario di eventi, su tutti la retrospettiva di Jean-Claude Ellena: ovviamente ho già ordinato il suo profumo per i nostri store.”

Dennis de Vries, proprietario Skinlife, Lisbona:
“Pitti Fragranze è una fiera davvero ben organizzata, dal layout semplice e curato, facile da visitare. Gli stand sono in perfetta sintonia con l’ambiente e l’atmosfera è molto rilassante, ideale per il lavoro di scouting che dobbiamo fare. Rispetto alle edizioni precedenti ho trovato tanti brand nuovi, soprattutto di profumi, i talk sono davvero interessanti e molto professionali. Su tutti il nome di Jean-Claude Ellena. Torneremo sicuramente anche in futuro, mantenere i contatti è un aspetto fondamentale di questo lavoro”.